/ Politica

Politica | 16 gennaio 2022, 07:37

Uncem: "Nella gestione dei fondi del Pnrr il Governo non dimentichi i piccoli Comuni"

La richiesta del presidente Marco Bussone: "Nuove sperequazioni sono in grado di determinare diseguaglianze"

Uncem: "Nella gestione dei fondi del Pnrr il Governo non dimentichi i piccoli Comuni"

Uncem: "Nella gestione dei fondi del Pnrr il Governo non dimentichi i piccoli Comuni"

"Sul Pnrr stanno arrivando le conferme delle preoccupazioni che Uncem ha espresso nell'ultimo anno, sia al presidente Conte sia al suo successore Draghi e ai relativi Governi. Cioé la necessità, che oggi non si sta verificando, di superare delle sperequazioni territoriali reali, storiche e future nel Paese. Che non sono solo tra nord e sud dell'Italia, come qualcuno ideologicamente continua a credere. Sono sperequazioni tra aree urbane e montane, tra zone rurali e zone metropolitane. Sperequazioni che determinano disuguaglianze". Così in una nota Marco Bussone, presidente nazionale dell'Uncem, l'Unione nazionale Comuni e enti montani.

"Aree e regioni penalizzate"

"Il Pnrr avrebbe dovuto colmarle. Ma se per le graduatorie di bandi come la 'Rigenerazione urbana' si adotta l'effimero e non realistico 'Indice della vulnerabilità sociale e materiale', siamo punto a capo - aggiunge Bussone - Le regioni del nord vengono fortemente penalizzate sugli investimenti e sulle strategie per vincere le sfide climatiche, pandemica, energetica, economiche".

"Serve un cambio di passo"

"Serve dunque un cambio di passo e lo chiediamo al Governo, oltre che alle strutture che stanno scrivendo bandi e facendo graduatorie. Sia interne sia esterne ai Ministeri, se è vero che vi sarebbero consulenti di società pagati lautamente per scrivere bandi su temi che conoscono poco e male. Anche su questo, su quei 300 esperti che effettivamente ci sono, i Comuni chiedono un chiarimento", conclude il presidente di Uncem.

redazione


SPECIALE ELEZIONI 2022 - ASTI
Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti in vista delle elezioni 2022 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium