/ Cronaca

Cronaca | 15 novembre 2022, 17:20

È residente nell'Astigiano il 17enne accusato di aver stuprato una ragazza nel campus di Torino

Il giovane, assistito dagli avvocati astigiani Giuseppe Vitello e Gianluca Bona, ha confessato il fatto

È residente nell'Astigiano il 17enne accusato di aver stuprato una ragazza nel campus di Torino

È residente nell'Astigiano il 17enne accusato di violenza su una ragazza aggredita il 30 ottobre scorso nella residenza universitaria Paolo Borsellino di Torino.

Il giovane, assistito dagli avvocati astigiani Giuseppe Vitello e Gianluca Bona, ha confessato il fatto.

L'identikit

Il ragazzo, un 17enne alto 1 metro e 72 centimetri è un italiano di origine straniera (centro-africana), con precedenti penali per reati minori. Quando è stato fermato dagli agenti della Squadra Volante si trovava ancora nei pressi della residenza Paolo Borsellino, intento a cercare mozziconi di sigaretta per strada.

Decisiva per la convalida del fermo la corrispondenza del Dna, raccolto nel liquido seminale dell'aggressore. La successiva perquisizione a casa del fermato ha permesso agli investigatori di raccogliere ulteriori due elementi di prova: una catenina rotta apparentemente allo stesso 17enne e un capo d'abbigliamento. Per arrivare al fermo, sono stati oltre 6.000 le persone controllate in questi dieci giorni dalle forze dell'ordine.

Il 17enne rischia fino a 12 anni, ma la Procura potrebbe richiedere l'aggravante per "fatto commesso in un istituto di formazione".

Il servizio completo su Torino Oggi, altra testata del nostro gruppo editoriale, QUI.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium