/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 25 novembre 2022, 17:38

Inalpi ha ricevuto il riconoscimento Industria Felix

L'importante premio è stato assegnato nel corso di una cerimonia romana, presso l'Università Luiss Guido Carli

Matteo Torchio con il riconoscimento Industria Felix

Matteo Torchio con il riconoscimento Industria Felix

Inalpi S.p.A., azienda lattiero casearia di Moretta (CN) ha ricevuto ieri, giovedì 24 novembre, il riconoscimento Industria Felix. Sono 203 le società di capitali con sede legale in Italia premiate a Roma all’Università Luiss Guido Carli, nella prestigiosa Aula Magna Mario Arcelli, con l’Alta Onorificenza di Bilancio in occasione del 45° evento, terza edizione nazionale del Premio Industria Felix - L’Italia che compete per performance gestionali, affidabilità finanziaria e talvolta sostenibilità. A ritirare il riconoscimento per Inalpi S.p.A. Matteo Torchio – Responsabile Marketing & Comunicazione.

Durante l’incontro si sono avvicendati sul palco relatori di primo piano a partire dal Ministro per i rapporti con il parlamento Luca Ciriani, che ha sottolineato come, la vera ossatura del nostro Paese sia rappresentata dalla Piccola e Media Industria, fatta di imprenditori che coraggiosamente e consapevolmente guardano al domani, visionari talvolta, che rappresentano la struttura portante della nostra economia.

Fabio Biasini, executive vice president - Corporate sales Cerved, ha lanciato un messaggio concreto sul percorso che le imprese tutte dovranno seguire nell’immediato futuro, ricordando che dal prossimo anno sarà necessaria la stesura del Bilancio di Sostenibilità per poter raggiungere l’obiettivo 2050, nel quale l’Europa dovrà essere a emissioni 100% compensate.

Ma ha anche ricordato come perseguire un percorso di sostenibilità costituisca un elemento di impatto finanziario che incrementa la credibilità delle aziende, i fattori ESG diventeranno veri e propri driver di valutazione rispetto ai meri ricavi. Biasini ha inoltre esortato a distaccarsi da concetti desueti che vedono la sostenibilità come puro costo per l’impresa, la sostenibilità è bene di tutti grandi e piccole aziende e più si investe in sostenibilità più aumenta l’approvvigionamento sul mercato finanziario.

Pensieri che calzano perfettamente sulla realtà di Inalpi che ha prima fortemente voluto e poi concretamente realizzato un percorso che punta, entro il 2025, a renderla industria a completo circuito chiuso, attraverso la realizzazione di progetti ambiziosi per vanno da un utilizzo e riutilizzo delle risorse idriche consapevole e sostenibile, alla realizzazione di un nuovo impianto di cogenerazione, passando attraverso la trasformazione di ogni scarto di lavorazione da rifiuto a risorsa.

Un cammino che tiene conto anche di una crescita nella sostenibilità sociale di cui Inalpi da sempre si fa portatore di messaggi e azioni concrete a sostegno dei propri dipendenti, del territorio e dei suoi abitanti, diventando quindi testimonial di quel mindeset citato anche durante l’evento.

Inalpi si avvia dunque alla chiusura di questo 2022 con un nuovo riconoscimento, in un anno nel quale tante sono state le attestazioni di apprezzamento per il lavoro quotidianamente portato avanti, un percorso che bene si rispecchia nella dichiarazione di Leonardo Del Vecchio che affermava: “Abbiamo persone colte, che si ingegnano, bisogna avere meno paura del futuro”, e Inalpi paura non ne ha.

CS

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium