/ Eventi

Eventi | 29 novembre 2022, 11:37

Ventunesima edizione di Anteprima Barbera 2022 con Coldiretti

Giovedì 1 dicembre alle 17 nella sala polifunzionale del Mercato Contadino di Campagna Amica Asti in corso Alessandria 271. Ingresso a invito

Ventunesima edizione di Anteprima Barbera 2022 con Coldiretti

Torna  Anteprima Barbera, giunta quest’anno alla sua XXI edizione.

Appuntamento giovedì 1 dicembre 2022 alle 17  nella sala polifunzionale del Mercato Contadino di Campagna Amica Asti in corso Alessandria 271

Con la guida di Vincenzo Gerbi, professore ordinario di Scienza e Tecnologia degli Alimenti presso il Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università di Torino, e di Secondo Rabbione, direttore del Centro Studi Vini del Piemonte e vice direttore Coldiretti Asti, verranno evidenziate le note organolettiche, i tratti comuni e le peculiarità delle 20 etichette provenienti dai diversi areali della provincia di Asti.

Attraverso una blind tasting, corredata dalla proiezione delle singole analisi, si potranno apprezzare le prime caratteristiche, identità e differenze tra le Barbere d’Asti docg di Castelnuovo Don Bosco, Asti, San Damiano, del moncalvese, del nicese, del canellese e della Valle Bormida.

Grazie ai dati raccolti negli ultimi ventun anni, le diverse produzioni dell’annata 2022 verranno messe a confronto con gli anni precedenti, definendone andamento e medie. Una raccolta preziosa che consentirà una successiva rielaborazione dei dati stessi, finalizzata alla produzione di un dossier per una più puntuale caratterizzazione della Barbera d’Asti docg.

Quella che si preannunciava come un’annata problematica, alla fine, si è rivelata una buonissima annata, di quelle che danno molte soddisfazioni in cantina"– anticipa Rabbione.

Unico nel suo genere, l’evento novembrino torna ad essere una speciale occasione di assaggio e confronto di 20 Barbere d’Asti, vendemmia 2022, da poco svinate e provenienti dalle principali aree di produzione astigiane – prosegue il presidente Marco Reggio.

"Insomma, la curiosità torna ad essere tanta e le attese alte rispetto alla denominazione tra le più blasonate d’Italia – conclude il direttore Diego Furia: - non ci resta accostarci alla degustazione commentata dalla sapiente voce del prof Gerbi e del collega Coldiretti Rabbione”.

Ingresso ad invito.  

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium