/ Politica

Politica | 24 gennaio 2023, 17:10

Riapertura Lina Borgo di Asti: dopo la lettera dei genitori, un'interrogazione dei consiglieri di minoranza

Malandrone, Bosia e Briccarello: "I genitori sono encomiabili, ma meritano delle scuse dall'Amministrazione"

Riapertura Lina Borgo di Asti: dopo la lettera dei genitori, un'interrogazione dei consiglieri di minoranza

Dopo la lettera dei genitori della scuola Lina Borgo, riaperta e ristrutturata, i consiglieri Mario Malandrone (Ambiente Asti), Vittoria Briccarello e Mauro Bosia (Uniti si può), hanno presentato un'interrogazione al sindaco e agli assessori competenti.

"Riteniamo - scrivono - che questi genitori siano encomiabili per spirito di partecipazione e per il valore che danno alla scuola, infatti raccontano di essere stati sul cantiere tante volte, in Comune prima ancora che tutto cominciasse e 'abbiamo fatto le domande scomode che un cittadino partecipe che tiene ai beni e ai servizi comuni deve fare. Abbiamo anticipato i rischi e i ritardi che puntualmente si sono verificati, non perché siamo veggenti ma perché abbiamo visto in altre occasioni cosa può accadere e volevamo prevenire i disagi'".

I consiglieri rimarcano che le famiglie si sono dovute “arrangiare” come meglio potevano e che mancano ancora servizi essenziali.

L'interrogazione (allegata integralmente) chiede perché si siano prolungati così tanto i lavori, se la consegna dei lavori è avvenuta e in regolarità e se nelle ordinanze del Sindaco che indicano il “termine dei lavori” si escludono quindi i lavori segnalati dai genitori come non ultimati.

Inoltre chiedono perché l'Amministrazione non abbia resa pubblica la notizia,  quando termineranno i lavori nel cortile e quando l’impianto termico sarà predisposto in modo corretto, con termovalvole funzionanti.

"L'Amministrazione non ritiene di dovere delle scuse ai genitori?", concludono.

In allegato l'interrogazione.

Al direttore


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium