/ Attualità

Attualità | 10 maggio 2023, 19:30

Malandrone: "Disservizi alle casette dell'acqua ad Asti: i cittadini sono in attesa di soluzioni"

"Il problema principale è rappresentato dalla mancanza di informazione sui motivi dei disservizi" spiega il consigliere

Malandrone: "Disservizi alle casette dell'acqua ad Asti: i cittadini sono in attesa di soluzioni"

Le casette dell’acqua rappresentano una risorsa importante per la città di Asti in termini di sostenibilità ambientale e tutela della salute pubblica. Tuttavia, negli ultimi tempi, molti cittadini hanno lamentato disservizi nelle casette dell'acqua presenti in alcuni quartieri della città. Lamentele che sono state raccolte, in una interpellanza, da Mario Malandrone (Ambiente Asti). "Il problema principale è rappresentato dalla mancanza di informazione sui motivi dei disservizi - spiega il consigliere - pertanto, chiediamo al Comune se è a conoscenza delle cause dei problemi riscontrati e quali provvedimenti intenda adottare per risolverli. In particolare, è importante sapere se esiste una differenza di gestione tra le quattro casette dell'acqua posizionate in città"

"La gestione dell'acqua come Bene Comune è stata sancita dal referendum che ha visto 26 milioni di italiani votare in favore di questa idea - continua - inoltre, dal punto di vista ambientale, l'uso dell'acqua pubblica e degli acquedotti è importante per ridurre il consumo di plastica. La promozione dell'acqua dell'acquedotto come bene comune consapevole e sostenibile rappresenta un modo per valorizzare l'acqua di Asti, considerata una delle migliori d'Italia"

"In passato, il Comune ha promosso l'installazione di altre casette nelle frazioni e nei quartieri, ma tali emendamenti furono bocciati. Inoltre, è importante incentivare l'uso delle casette dell'acqua per ridurre l'impatto negativo dell'acqua in bottiglia e valorizzare l'acqua come bene comune. Infine, l'Asp ha ricevuto una premialità rispetto al servizio idrico integrato e ha raggiunto la prima posizione in Italia per qualità tecnica del servizio. È importante sapere come l'Asp sta investendo questa premialità per migliorare il servizio offerto alla città di Asti" si chiede Malandrone nell'interpellanza.

 

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium