/ Politica

Politica | 17 settembre 2023, 07:25

Elezioni regionali anticipate? Le casse piemontesi piangono: rischio salasso da 23 milioni di euro

Sarebbero 16 milioni in più rispetto a quelli spesi nel 2019. M5s all’attacco: “L’unico lato positivo di questa vicenda è che la Giunta Cirio smetterebbe di fare danni 3 mesi prima”

Elezioni regionali anticipate? Le casse piemontesi piangono: rischio salasso da 23 milioni di euro

Elezioni europee a giugno, regionali anticipate a marzo. E’ l’ipotesi che circola nelle ultime settimane e che scuote il mondo della politica, in bilico tra interessi personali, ambizioni e conti.

Piangono le casse (se si vota in primavera)

La certezza, in questo quadro profondamente incerto, è una sola: se si dovesse optare per le elezioni regionali anticipate, a piangere sarebbero proprio le casse della Regione Piemonte. A scoperchiare il vaso di pandora, la capogruppo del M5s Sarah Disabato, che aveva richiesto a quanto ammontassero i costi aggiuntivi delle elezioni in primavera.

Il conto, seppur stimato perché calcolato sulle elezioni precedenti, ammonterebbe a 23 milioni di euro: 16 in più rispetto ai 7,4 spesi nel 2019, quando venne eletto il presidente Alberto Cirio. Un anno in cui si è ottenuto un risparmio dovuto alla realizzazione in house di parte del materiale elettorale, cosa ad oggi non più possibile.

M5S: "Sarebbe un salasso inutile"

Andare alle elezioni anticipate regionali costerebbe ai cittadini piemontesi circa 23 milioni, mentre con l’election day l’esborso sarebbe di soli 7,4 milioni. Sono quindi 16 i milioni in più che sarebbero pagati dai cittadini piemontesi. E’ quanto emerge dalla risposta della Giunta ad una nostra interrogazione presentata oggi in Consiglio regionale” è l’attacco del M5s.

L’unico lato positivo di questa vicenda è che la Giunta Cirio smetterebbe di fare danni 3 mesi prima” affermano sibillini Sarah Disabato, Ivano Martinetti e Sean Sacco.

Andrea Parisotto


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium