/ Attualità

Attualità | 03 ottobre 2023, 15:00

Il Consiglio comunale di Asti approva la mozione per contrastare la siccità, soddisfazione dei 5 Stelle

Massimo Cerruti: "L' Amministrazione comunale ora si impegnerà ad adottare misure per preservare le risorse idriche e mitigare gli effetti dannosi"

Il Consiglio comunale di Asti approva la mozione per contrastare la siccità, soddisfazione dei 5 Stelle

L'importante tematica della siccità è stata oggetto di discussione nell'ultimo Consiglio comunale di Asti, durante il quale è stata presentata e approvata la mozione proposta dal consigliere Massimo Cerruti (M5S). La mozione affronta il tema della siccità e del necessario contrasto ai suoi effetti dannosi.

Al termine della discussione, è stato proposto un ordine del giorno, sottoscritto da tutta la minoranza, che è stato approvato all'unanimità dall'aula. Questo risultato rappresenta un notevole successo per il Consigliere Cerruti Massimo e il M5S, che hanno portato avanti questa mozione in diversi Comuni d'Italia in occasione della "Giornata mondiale dell'acqua".

"L'Ordine del Giorno impegna l'Amministrazione Comunale ad adottare politiche intersettoriali per gestire la quantità e la qualità dell'acqua, al fine di aumentare la resilienza dei sistemi di approvvigionamento, trattamento, stoccaggio e trasporto dell'acqua - spiega Cerruti - inoltre, l'OdG prevede una dettagliata ricognizione delle principali fonti di approvvigionamento idrico, anche in vista di piani di riduzione differenziata in caso di emergenza idrica. Saranno promosse anche campagne di sensibilizzazione per condividere in modo solidaristico l'importanza della riduzione dei consumi domestici e dei prelievi idrici.

Un aspetto di fondamentale importanza è la raccolta e il riutilizzo delle acque pluviali. L'Amministrazione si impegna a considerare, nell'ambito della redazione del nuovo Piano Regolatore di Asti, l'opportunità di canalizzare l'acqua piovana in serbatoi di accumulo dedicati, da utilizzare per scopi vari come il lavaggio, l'irrigazione e l'utilizzo nelle lavatrici. Questa misura permetterà di utilizzare in modo efficiente le risorse idriche disponibili". 

Un ulteriore tema fondamentale affrontato nella mozione riguarda la sicurezza e la salubrità dell'acqua potabile.

"Vista la diminuzione delle riserve idriche, è fondamentale valutare la qualità dell'acqua proveniente da pozzi e sorgenti durante le crisi idriche nel territorio comunale, al fine di garantirne la potabilità. I Comuni hanno il potere di effettuare queste analisi qualitative, come previsto dalla legge.

L'anno 2022 è entrato nella storia per le condizioni climatiche estreme in Italia ed Europa, caratterizzato da temperature elevate e un deficit di precipitazioni. Purtroppo, anche il 2023 non ha dato segnali incoraggianti. I cambiamenti climatici hanno causato danni considerevoli all'agricoltura e alla comunità nel territorio astigiano. La mancanza di piogge e le precipitazioni violente hanno aggravato ulteriormente la situazione" conclude.

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium