/ Attualità

Attualità | 21 novembre 2023, 09:43

A Prime Minister Asti si parla di contrasto alla violenza di genere con il Soroptimist International Club di Asti

Un tema fondamentale da esplorare, soprattutto in questi giorni. La violenza si può manifestare in modi molto diversi, ed è importante saper riconoscere in tempo i segnali di una relazione tossica

A Prime Minister Asti si parla di contrasto alla violenza di genere con il Soroptimist International Club di Asti

Dopo dieci mesi di incontri, laboratori e approfondimenti, giunge alla fine la seconda edizione della scuola di politica per giovani donne “Prime Minister” di Asti. L’ultima lezione ha avuto come tema quello del contrasto alla violenza sulle donne, in vista anche della Giornata Internazionale del 25 novembre, con ospiti Cristina Trotta, Presidente Provinciale del Soroptimist International Club di Asti e Loredana Tuzii, Consigliera di Parità per la Provincia di Asti.

Un tema fondamentale da esplorare, soprattutto in questi giorni. La violenza si può manifestare in modi molto diversi, ed è importante saper riconoscere in tempo i segnali di una relazione tossica. La possessività, il controllo del denaro, l’isolamento da amici e familiari, eccessiva gelosia, battute e umiliazioni: sono spesso campanelli d’allarme che si manifestano prima della violenza fisica.

Orange the World” è la campagna di sensibilizzazione dell’ONU, a cui, anche quest’anno aderisce il Soroptimist International d’Italia. Dal 25 novembre al 10 dicembre, sedici giorni di attivismo e sensibilizzazione sul tema del contrasto alla violenza di genere utilizzando il colore arancione, simbolo di un futuro senza violenza. L’obiettivo della campagna è diffondere una maggiore consapevolezza affinché le donne non accettino alcuna forma di sopruso o violenza, ma riescano ad uscire da una relazione tossica prima che diventi pericolosa per la propria incolumità.

Loredana Tuzii, Consigliera di Parità per la Provincia di Asti esprime l’importanza del confronto con le studentesse su questi temi, affermando che “Questa giornata è stata una grande opportunità per dialogare con le giovani ragazze e far conoscere loro i diversi tipi di violenza: economica, psicologica, manipolativa, le quali impediscono alle donne di realizzarsi”.

Si è parlato inoltre di promozione del benessere descrivendo quei fattori, positivi, che permettono di migliorare la qualità della vita, di reagire, far fronte o prevenire situazioni di difficoltà. Autostima, fiducia in se stessi, benessere mentale, buone relazioni sociali influenzano il nostro agire limitando il rischio di isolamento, depressione, diminuzione delle capacità di resilienza; ci permettono di esprimere i nostri bisogni e chiedere aiuto.

Il progetto “Prime Minister”, nato a Favara nel 2019, lo scorso anno è arrivato nel Nord-Ovest grazie al sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo. La scuola di Asti, coordinata dalla Fondazione Giovanni Goria, è realizzata anche grazie al contributo di Associazione Obiettivo Monferrato e Soroptimist International Club di Asti di cui la Presidente Provinciale Cristina Trotta sottolinea: “La collaborazione con la Fondazione Giovanni Goria è importante per noi, avendo mission molto affini. Siamo contente di poter portare un contributo e confrontarci con le studentesse. Interagire con un gruppo di ragazze che lavorano per il loro empowerment significa che abbiamo fatto un buon lavoro sul territorio”.

Per info segreteria@fondazionegoria.it

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium