/ Attualità

Attualità | 04 marzo 2024, 09:18

La questura di Asti ha ospitato l'assemblea annuale dei soci della sezione astigiana dell'ANPS

Occasione per fare un bilancio del 2023, gettare le basi delle iniziative 2024 e ricordare i colleghi vittime del dovere, della mafia e del terrorismo

Ieri mattina, la sala polivalenteCambursano” della Questura di Asti ha ospitato l’assemblea annuale dei soci ANPS (Associazione Nazionale Polizia di Stato) di Asti. Prima dell’inizio dei lavori, il questore Marina Di Donato e il presidente della sezione, Salvatore Faita, hanno posto un mazzo di fiori al Monumento ai Caduti della Polizia di Stato nel cortile interno della questura alla presenza di soci, tra i quali l’assessore comunale alla Sicurezza Luigi Giacomini.

Successivamente, la dottoressa Di Donato ha ricordato l’anniversario della morte del collega Emanuele Petri, ultima vittima del terrorismo, ammazzato il 2 marzo 2003 durante un controllo sul treno lungo la tratta Roma-Firenze e, su proposta del presidente, è stato osservato un minuto di silenzio a ricordo dei colleghi Guido Cambursano, Fiorentino Manganiello, Marco Pegorin e di tutte le vittime del dovere, della mafia, del terrorismo e del collega deceduto lo scorso anno, il socio Giuseppe D’Agostino. 

Fatti i ringraziamenti ai soci presenti e al consiglio direttivo per la collaborazione data nel 2023 per la buona riuscita di tutte le iniziative, il presidente Faita, emozionato per la presenza di soci storici quali Giorgio Giacomini, Giuseppe Gifuni, Andrea Cavaiuolo e Giuseppe Santoro, ha dato lettura della relazione assembleare.

 

LE ATTIVITA' SVOLTE NEL CORSO DEL 2023

La Sezione, nel 2023 ha partecipato a tutte le feste istituzionali, ricorrenze dei Santi Patroni di alcuna Associazioni d’Arma, al centenario di fondazione del Gruppo Alpini di Villafranca, al raduno nazionale dei paracadutisti, alle celebrazioni del XXV Aprile ad Asti, Cantarana, Villanova d’Asti e Villafranca.

All’inizio di agosto il Consiglio direttivo ha salutato il questore; un incontro semplice e cordiale è stato caratterizzato dall’unità di intenti per le future collaborazioni, in particolare per quelle a valenza sociale. La prima collaborazione è stata a settembre, in occasione del Festival delle Sagre. Un primo approccio di collaborazione con il questore che ha subito riscosso consenso, soprattutto in termini di partecipazione dei soci presenti, per tutta la durata dell’evento, nello stand dedicato alla Polizia di Stato.

Domenica 14 ottobre è stato celebrato il 54° anniversario di Fondazione della Sezione, che è tra le più longeve a livello nazionale. In questa occasione è stata deposta una corona al Monumento ai Caduti della Polizia di Stato con la preghiera di don Augusto Piccoli, padre spirituale della Polizia di Stato e dell’A.N.P.S. astigiana. Nella circostanza sono stati consegnati gli attestati di fedeltà ad alcuni soci effettivi in congedo e soci sostenitori e il diploma dei soci onorari, alla dottoressa Marina Di Donato e alla signora Marinella Lepre, vedova del collega Manganiello.

Martedì 15 novembre è stato il quarantennale della morte del collega Fiorentino Manganiello ed abbiamo partecipato con una nutrita delegazione alla cerimonia nella sede delle Poste centrali di Asti.

L’11 dicembre è stato siglato con il questore il protocollo di collaborazione “Insieme per il cittadino”. L’attività è iniziata poco più di un mese fa e vede due soci volontari impegnati a svolgere un’attività di accoglienza ai cittadini che si recano negli uffici amministrativi della Questura dalle ore 9 alle 12 dal lunedì al venerdì. Si tratta di un’esperienza che raccoglie il favore dei cittadini e dal personale in servizio impiegato all’ingresso della Questura.

Il 17 dicembre a Cantarana è stato ricordato, alla presenza delle Autorità, il 47° anniversario della morte del Maresciallo di P.S. Sergio Bazzega, ucciso a Milano dalle Brigate Rosse, medaglia d’oro al valor civile e vittima del terrorismo. Nel 2023 sono entrati nella Sezione 10 nuovi soci; a fine 2023 i soci sono 180.

“E’ stato un anno intenso, che ci ha visto impegnati in iniziative e rappresentanze – ha commentato il presidente Faita –. Ritengo che far parte di un’associazione voglia dire, non solo essere presenti nelle occasioni istituzionali, che sono momenti importanti per mantenere viva la storia, ma anche e soprattutto essere parte di una comunità, dando il nostro piccolo ma importante contributo a favore di chi ha bisogno”.

Faita ha infine annunciato alcune future iniziative, tra le quali una gita ai musei di Torino ed organizzare degli incontri con giovani scolari e studenti nelle scuole astigiane con persone che testimonieranno concretamente l’aspetto umano del lavoro dei poliziotti.

Prima della lettura e approvazione dei bilanci consuntivo 2023 e preventivo 2024 a cura del socio economo Angelo Fragale, il presidente e il questore hanno consegnato al dottor Claudio Lucia, presidente dell’Ordine dei Medici di Asti, il diploma di socio benemerito per titoli concesso dalla Presidenza nazionale A.N.P.S., su proposta della Sezione astigiana che è stato festeggiato dai molti soci benemeriti per titoli presenti all’incontro.

Al termine il consueto momento conviviale con il rinfresco offerto a tutti i soci presenti. 

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium