/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 25 marzo 2024, 15:27

Banca d’Alba cresce ancora e raggiunge un volume di 11,6 miliardi di euro

L’istituto di credito albese guarda al futuro e annuncia le importanti aperture delle sedi di Novara e Vercelli

Stamattina a Novara la presentazione alla stampa dei dati di bilancio 2023 e della prossima apertura, a inizio 2025 a Novara, del 75° sportello dell'istituto langarolo. Nella foto da sinistra, il direttore generale Enzo Cazzullo, il presidente Tino Cornaglia e il presidente del Comitato Esecutivo Pierpaolo Stra

Stamattina a Novara la presentazione alla stampa dei dati di bilancio 2023 e della prossima apertura, a inizio 2025 a Novara, del 75° sportello dell'istituto langarolo. Nella foto da sinistra, il direttore generale Enzo Cazzullo, il presidente Tino Cornaglia e il presidente del Comitato Esecutivo Pierpaolo Stra

Lunedì 25 marzo i vertici di Banca d’Alba si sono riuniti, alla Cooperativa Sociale Gèrico di Novara, per presentare il bilancio dell’anno 2023 e le prospettive per i prossimi 12 mesi.

La scelta di Novara come sede per la conferenza stampa non è stata casuale, spiega il presidente di Banca d’Alba Tino Cornaglia: ”Oggi siamo qui alla Cooperativa Sociale Gèrico perché sono tanti i valori che ci accomunano e caratterizzano: cooperazione e mutualità al sostegno del territorio. Ed è in questo spirito di collaborazione e condivisione che la banca guarda al futuro, con l’obiettivo di essere anche sull’importante piazza di Novara un punto di riferimento per l’economia e le comunità locali. Nel corso del 2023, Banca d’Alba ha continuato a sostenere attivamente il territorio in cui opera. Sono state effettuate 300 erogazioni di beneficenza e sponsorizzazioni per oltre 1.3 milioni di euro. Sono 6.602 i soci che, nel corso dell’anno, hanno beneficiato di 68.952 visite e terapie gratuite presso i nostri cinque centri medici, a cui si è aggiunta, lo scorso dicembre, l’apertura della 'Casa della Salute' a Vische. Tante le iniziative di educazione finanziaria, rivolte ai nostri clienti e alla cittadinanza, e dal 2024 sono stati inoltre adibiti nel cuore di Alba, dei locali destinati alla formazione dei nostri 533 colleghi e delle aziende del territorio che desiderano usufruirne”. 

In questo clima di orgoglio vengono annunciate le aperture di due nuove filiali, in due province in cui ad oggi manca la presenza del credito cooperativo; la prima a Novara, seguita da Vercelli. 

Queste aperture rappresentano un passo importante verso un servizio sempre più capillare e vicino alle esigenze dei clienti, rafforzando l’impegno di Banca d’Alba verso lo sviluppo economico del territorio.

Il direttore generale Enzo Cazzullo ha sottolineato gli ottimi risultati conseguiti dalla Banca nel corso dell’esercizio appena concluso: “Il Bilancio 2023, con un utile di esercizio di 78,2 milioni di euro, ha consentito alla banca di rafforzare la propria solidità patrimoniale, con gli indicatori patrimoniali in costante ascesa (Tier1 al 22% e Total Capital Ratio al 24,1%) e su valori ben superiori alla media del sistema bancario. La Banca ha incrementato del 20% le erogazioni di mutui alle imprese a condizioni economiche di favore rispetto a quanto mediamente applicato sul mercato; anche i mutui casa alle famiglie sono stati concessi in misura superiore (+16%) rispetto a quanto avvenuto su base nazionale. Altrettanto importante il dato riferito ai 2.000 mutui che sono stati rinegoziati dalla banca per contenere l’impatto del rialzo dei tassi di interesse”. 

Non è solo il bilancio a parlare di eccellenza: per il secondo anno Milano Finanza ha definito Banca d’Alba il “miglior istituto di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta”, su l’Atlante delle Banche Leader 2023

I risultati 2023 hanno saputo confermare le aspettative: i volumi hanno raggiunto un totale di 11,6 miliardi di euro, grazie anche alla continua crescita dei clienti, ormai oltre 175 mila; la raccolta supera gli 8.5 miliardi, gli impieghi i 3.1 miliardi di euro e si segnala un ulteriore rafforzamento dei fondi propri che raggiungono i 505 milioni.

Il direttore generale, Enzo Cazzullo, racconta che il risultato più gratificante è arrivato dai soci e clienti dell’istituto albese: “Da un’indagine condotta dal Reputation Institute, società americana che studia la percezione delle aziende presso i consumatori, è emerso un punteggio eccellente sulla nostra reputazione aziendale, pari a 88.0 punti, rispetto ad una media del mercato del 66.2”.

Il presidente del Comitato Esecutivo Pierpaolo Stra: “Il 2023 è stato un anno di risultati importanti anche per il Gruppo BCC Iccrea, di cui Banca d’Alba fa parte con orgoglio. Le principali agenzie di rating hanno migliorato la loro valutazione su Iccrea Banca portandola a livello Investment Grade; upgrade che deriva dal significativo rafforzamento della posizione patrimoniale del gruppo (Tier1 oltre il 21%) e dal positivo andamento della qualità del credito (NPL ratio lordo sceso al 3,9%)”.

Il presidente di Banca d’Alba Tino Cornaglia conclude la conferenza stampa annunciando la data del più importante appuntamento di democrazia finanziaria per i 63.500 soci dell’istituto albese: “Il prossimo 12 maggio ad Alba si svolgerà la nostra annuale assemblea, che ci vedrà festeggiare insieme ai soci presenti un altro anno straordinario”.

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium