/ Politica

Politica | 04 aprile 2024, 15:06

L'affondo del Pd: "Sulla sanità Cirio ha detto solo bugie. 2023 negativo per assunzioni a tempo indeterminato"

Situazioni più critiche all'AOU di Novara (-36 medici), all'Asl Torino (-55 infermieri e - 26 OSS) e all'AOU Città della Salute (-17 tecnici)

L'affondo del Pd: "Sulla sanità Cirio ha detto solo bugie. 2023 negativo per assunzioni a tempo indeterminato"

"Sulla sanità Alberto Cirio ha detto solo bugie: questo vuol dire offrire meno prestazioni ai cittadini". È questo l'affondo del Partito Democratico Piemonte, in occasione dell'ultimo Consiglio Regionale del governo di centrodestra. Parole che per i dem (Alberto Avetta, Diego Sarno, Mimmo Rossi, Domenico Ravetti, Daniele Valle, Monica Canalis, Maurizio Marello) trovano sostanza nelle cifre.

I numeri 

"Siamo preoccupati - hanno spiegato - per il calo del personale a tempo indeterminato. Per il 2023 il saldo tra cessazioni e assunzioni è negativo per 114 medici, 61 infermieri, 38 tecnici". Le situazioni più critiche risultano all'AOU di Novara (-36 medici), all'Asl Torino (-55 infermieri e - 26 OSS) e all'AOU Città della Salute (-17 tecnici). 

"Anche quest'anno - ha chiarito il vicepresidente del Consiglio Regionale Daniele Valle - come accaduto nel 2020, '21 e '22, nella sanità regionale si è assunto meno personale a tempo indeterminato rispetto alle uscite".

"Certamente - ha aggiunto - riconosciamo che c'è stato un miglioramento rispetto all'anno passato, e se si sommano anche i tempi determinati il saldo risulta positivo". 

"Cirio non ha raggiunto obiettivi annunciati" 

"Questo miglioramento - ha concluso Valle - resta comunque ben lontano dagli obiettivi indicati da Cirio, ovvero le duemila assunzioni in più promesse sul 2023, a cui si devono sommare le altre mille promesse nel 2022. Non si sono verificate né le une né le altre".

Rossi: "Piano straordinario su assunzioni" 

Per il consigliere regionale Domenico Rossi: "Sarebbe bastato fare quello che chiediamo da inizio mandato, cioè un piano socio sanitario, un piano straordinario di assunzioni e uno sul benessere lavorativo".

"Ci si mette attorno ad un tavolo con direttori sanitari - ha aggiunto - e si fa un lavoro di disegno su quello che sarà la sanità nei cinque/dieci anni futuri". 

Ieri Fratelli d'Italia ha presentato il programma elettorale della Sanità, aprendo fortemente al privato. "Per noi - ha replicato Rossi - non c'è nessun blocco ideologico al privato, ma deve lavorare in un contesto in cui il pubblico funziona alla grande. Se no spostiamo il problema: chi può pagare si cura e chi no deve rinunciare alle cure".

Cinzia Gatti


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium