/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 16 aprile 2024, 06:46

Annunciati i finalisti del Premio Nazionale Nati per leggere

Nominati i finalisti della sezione “Nascere con i libri” 2024 23.214 bambini hanno partecipato a “Crescere con i libri”

Annunciati i finalisti del Premio Nazionale Nati per leggere

Il Premio nazionale Nati per Leggere, giunto alla sua XV edizione, anche quest’anno ha lavorato con slancio ed entusiasmo a sostegno delle eccellenze editoriali dedicate ai più piccoli.
Forte dell’esperienza positiva delle edizioni precedenti, il concorso, che premia la migliore produzione editoriale per l’infanzia, i progetti bibliotecari per la promozione della lettura condivisa e il lavoro dei pediatri per incentivare la lettura in famiglia, ha eletto i libri finalisti nelle categorie 6-18 mesi, 18-36 mesi e 3-6 anni della sezione Nascere con i libri.

Il Premio non perde la sua forza, ma come ogni edizione la rinnova e la moltiplica: negli anni il numero di candidature presentate cresce a ritmo costante e le proposte editoriali presentano sempre maggiore qualità, segnale di un’editoria viva, pulsante e molto aperta al cambiamento. In questa edizione le candidature pervenute sono state 173. Non solo: la sezione “Crescere con i libri”, che coinvolge bambini diffusi su tutto il territorio nazionale, quest’anno ha tagliato un nuovo record: sono stati 23.214 i piccoli giurati coinvolti nella XV edizione, che hanno votato il proprio libro preferito tra dieci proposte.

“Crescere con i libri” è possibile grazie al lavoro comune di Biblioteche civiche e Coordinamento Nati per Leggere della Città di Torino, Sistema Bibliotecario dell’Area Metropolitana di Torino (SBAM), Rete Nati per Leggere Ovest-Ticino, Sistema Bibliotecario Urbano di Monza e Brianza Biblioteche, Sistema Bibliotecario del Verbano-Cusio-Ossola, Sistema Bibliotecario della Città Metropolitana di Genova e alcune biblioteche della Liguria, Biblioteche di Roma, Sistema bibliotecario di Ivrea e Canavese, Rete Nati per Leggere Abruzzo, Rete Nati per Leggere Lazio, Reti Nati per Leggere Campania, Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis (SBIS).

Per questa edizione il tema scelto dalla Giuria è stato: “Tra immaginazione e realtà: la fantasia nelle storie per bambini e bambine”. La giuria della XV edizione del Premio è presieduta da Rita Valentino Merletti, scrittrice e studiosa di letteratura per l’infanzia, e da Luigi Paladin, psicologo, saggista ed esperto in psicopedagogia della lettura. Insieme ai Presidenti altri dieci membri con professionalità e competenze trasversali (la Vicepresidente Katia Rossi, Amalia Maria Amendola, Domenico Bartolini, Marta Bianco, Letizia Bolzani, Nunzio Colarocchio, Franco Fornaroli, Tiziana Scarcella, Francesca Sisto, Chiara Toscano) sono stati chiamati a esprimere la propria valutazione.

Di seguito i titoli finalisti e le motivazioni espresse dalla giuria:

FASCIA D’ETÀ 6-18 MESI
“Mela merenda” di Cristina Petit ed Elisa Mazzoli, Pulce 2024:
Per le immagini fotografiche calde e di immediata riconoscibilità e per la qualità sonora del testo che incoraggia la produzione verbale, la ripetizione e la lettura dialogica.
“Piccole poesie d’inverno” di Thierry Dedieu, Franco Cosimo Panini 2024:
Per l’innovativo e inconsueto grande formato e per il consapevole uso del bianco e nero che attraverso immagini essenziali e talvolta sorprendenti accompagna un suggestivo testo poetico.
“E al mattino/E alla sera” di Anne Crausaz, Il Leone Verde 2023:
Per l’invito all’elaborazione dei concetti fondamentali di giorno e notte attraverso la colorata rappresentazione di animali del bosco e della campagna, colti al risveglio e al momento del sonno e per lo spunto ad ampliare e completare la narrazione con l’esperienza quotidiana.

FASCIA D’ETÀ 18-36 MESI
“Peggy fa giardinaggio” di Tonka Uzu, Camelozampa 2024:
Per il nitido tratteggio di due mondi diversi per età e competenze, rappresentati in un momento famigliare condiviso. Una storia di formazione in erba con slanci di autonomia ben raffigurati in immagini dinamiche e realistiche, sostenute da un testo con spiccate caratteristiche di oralità.
“Tutti sul divano” di Susanne Strasser, Terre di mezzo 2023:
Per la proposta di una storia sorridente e arguta, in cui testo e immagini scandiscono in ogni doppia pagina l’originalità degli inserimenti ad accumulo, le svolte umoristiche della narrazione, il carattere dei protagonisti, fino alla conciliante e sorniona conclusione.
“Una casa” di Kevin Henkes, Il Castoro 2023
Per l’efficacia della rappresentazione iconica, al tempo stesso simbolica e immediata, in cui l’essenzialità delle immagini, l’alternarsi di uno sguardo a distanza e ravvicinato e l’arricchimento cadenzato del paesaggio sollecitano osservazione e confronto nella lettura condivisa con l’adulto.

FASCIA D’ETÀ 3-6 ANNI
“Nino” di Anne Brouillard, Orecchio Acerbo 2023:
Per la vivida rappresentazione di un mondo magico, proprio dell’infanzia e invisibile agli adulti, che prende spunto da una semplice storia di perdita e ritrovamento di un pupazzo caduto inavvertitamente nel folto di un bosco. Le immagini di grande vigore narrativo illuminano la vita segreta degli animali che lo abitano, fino all’intenso e misterioso momento finale.
“Una storia troppo corta” di Davide Calì e Marianna Balducci, Edt-Giralangolo 2024:
Per lo scoppiettante dialogo tra un autore e un suo ipotetico lettore a proposito di storie che non sono mai lunghe abbastanza, specie se hanno un finale fin troppo risaputo. Per il sapiente e giocoso intrecciarsi di riferimenti e saperi diversi attraverso un’abile e coinvolgente elaborazione grafica.
“Diciassette fiocchi di neve” di Sergio Ruzzier, Topipittori 2023:
Per la capacità di delineare un universo rassicurante e quieto in cui i due protagonisti vivono le loro avventure, con scambi verbali sospesi tra l’assurdo e il reale, e per la maestria della composizione grafica in perfetta armonia con lo svolgersi delle vicende delle tre piccole storie.

I vincitori della sezione Nascere con i libri e delle altre sezioni del Premio – Crescere con i libri, Reti di libri e Pasquale Causa – verranno annunciati durante la cerimonia di premiazione in programma alla XXXVI edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino lunedì 13 maggio alle 15.30 in Sala Blu

Il Premio Nazionale Nati per Leggere istituito dalla Regione Piemonte in collaborazione con la Città di Torino, la Fondazione Circolo dei lettori, il Salone Internazionale del Libro di Torino, il Coordinamento nazionale Nati per Leggere e la rivista LiBeR, promuove la lettura condivisa con bambini in età prescolare all’interno della famiglia, degli asili nido, delle scuole dell’infanzia e delle biblioteche.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium