/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 13 maggio 2024, 16:36

Centrale del latte di Alessandria e Asti, anche l'ultima fumata è nera: da domani stop alla produzione

L'azienda, nata nel 1953, nel 1987 aveva assorbito la centrale comunale di Asti

Centrale del latte di Alessandria e Asti, anche l'ultima fumata è nera: da domani stop alla produzione

Niente da fare  per la Centrale del Latte di Alessandria a Asti: oggi il Cda dell'azienda ha comunicato che non è andato a  buon fine anche l'ultimo incontro con una delle realtà che aveva manifestato interesse. 

L'azienda è nata nel 1953 e la crisi si sarebbe aggravata nel febbraio scorso quando nessuno dei soci ha aderito all'aumento di capitale: nel 1987, in occasione dell’acquisizione della Centrale Comunale di Asti, entrarono nella compagine sociale anche Comune e Provincia di Asti e l’azienda prese il nome odierno, La Centrale del Latte di Alessandria e Asti Spa.

Il cda ha quindi deliberato "l'interruzione dell'attività compatibilmente con gli impegni commerciali presi e con lo smaltimento delle scorte di prodotti a magazzino".

Sono una cinquantina di dipendenti della Centrale del latte e la distribuzione avviene in tutto il Piemonte, ma anche nella provincia di Savona e a Viareggio. "La scelta della procedura intrapresa dal cda - conclude la nota della Centrale del latte di Alessandria e Asti - è stata quella che più ha tutelato la ricerca della salvaguardia dei posti di lavoro e la continuità aziendale. In attesa della definizione dello scenario puntuale, il cda introdurrà tutte le azioni necessarie nell'interesse di dipendenti e azienda".

Da domani, quindi stop alla produzione. 

Alessandro Franco

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium