/ Attualità

Attualità | 11 giugno 2024, 10:35

La ventenne, i veterani, le new entry e chi entra con duecento voti: tutti i nomi degli eletti in Regione

Torino e provincia avranno la fetta più consistente di seggi. Dalle altre province si delineano quelli che saranno i prossimi consiglieri con alcune sorprese. Vco al momento a bocca asciutta

La ventenne, i veterani, le new entry e chi entra con duecento voti: tutti i nomi degli eletti in Regione

In attesa di eventuali ricalcoli che potrebbero cambiare, seppur di poco, le carte in tavola, a meno di 24 ore dall’inizio degli spogli per le elezioni regionali del Piemonte  si cominciano a delineare quelli che con certezza andranno a sedersi a Palazzo Lascaris. 

Fuori Torino, Vco a bocca asciutta

Uscendo dalla provincia di Torino, che rappresenterà la fetta maggiore dell’assise regionale (23 consiglieri su 50), si può già constatare come, allo stato attuale, non ci dovrebbero essere candidati rappresentanti del Vco in Regione.

 

NovaraA Novara entreranno con certezza la vicesindaco del capoluogo Marina Chiarelli e il segretario regionale del Pd Mimmo Rossi.

Vercelli

Per Vercelli entra il già presidente provinciale Carlo Riva Vercellotti, mentre per il PD è stata scelta Simona Paonessa che, appena 20enne, sarà la più giovane consigliera. 

Biella

Nella Biella dell’ex assessore al Lavoro Elena Chiorino, che entrerà nel listino del presidente Cirio,  eletto, sempre per Fratelli d’Italia, Davide Zappalà, assessore nel capoluogo. Entrerà anche Elena Rocchi per la lista Cirio, sindaco di Graglia, e Emauela Verzella del Pd, già assessore nel comune biellese.

 

AlessandriaAlessandria manda quattro consiglieri a Palazzo Lascaris. Il sindaco di Casale Monferrato Federico Riboldi per Fratelli d’Italia, il presidente della provincia Enrico Bussalino in quota Lega. Confermato il già consigliere regionale Domenico Ravetti per il Pd. Entra, con ‘appena’ 267 preferenze, il pentastellato Pasquale Coluccio del Movimento 5 Stelle di Novi Ligure.

 

AstiTre seggi per Asti. Confermato l’assessore uscente Marco Gabusi, ex sindaco di Canelli e presidente della provincia, eletto con Forza Italia sia nella lista proporzionale che nel listino. Entra il membro del cda della Cassa di Risparmio di Asti, Sergio Ebarnabo per Fratelli d’Italia e infine Fabio Isnardi, Pd, storico sindaco di Calamandrana.

 

CuneoInfine Cuneo con, al momento, un consigliere a testa per ogni forza. Record di preferenze per l'ex sindaco di Busca, Marco Gallo, eletto con la lista Cirio. Segue il “kaimano” Paolo Bongioanni, capogruppo uscente di Fratelli d’Italia in Regione. Nel centrodestra riconfermato il fu sindaco di Cervere e già vicepresidente del consiglio regionale Franco Graglia, così come viene confermato l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi della Lega. Dal fronte opposto due new entry: il sindaco di Saluzzo Mauro Calderoni, segretario provinciale del Pd, e la cuneese, portavoce di Cuneo Possibile, il partito di Pippo Civati,  Giulia Marro con Alleanza Verdi e Sinistra.

Nel listino di Cirio

Nel listino del presidente Cirio entrano sei consiglieri di cui quattro già membri della giunta uscente: Elena Chiorino, Fratelli d’Italia, biellese, Fabio Carosso, Lega, in rappresentanza dell’astigiano, Maurizio Marrone, Fratelli d’ Italia, di Torino, Marco Gabusi, Forza italia, di Canelli. Si aggiungo Annalisa Beccaria, forzista, già presidente del consiglio comunale di Borgomanero, e Gianna Gancia, europarlamentare, non più riconfermata, e già consigliera regionale in quota Lega, a rappresentare il cuneese.

Daniele Caponetto


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium