/ Scuola

Scuola | 14 giugno 2024, 08:36

Giovani influencer per la sicurezza: Raspini ha premiato le idee più innovative

Il progetto è mirato alla sensibilizzazione di ragazzi e famiglie nei confronti della sicurezza sul lavoro

Emilia Lisdero ritratta mentre consegna il premio assegnato da Raspini

Emilia Lisdero ritratta mentre consegna il premio assegnato da Raspini

Raspini S.p.A. è stato sostenitore della nona edizione del concorso “Non è Colpa del destino BE SAFE! BOOMER. Io influencer della sicurezza per la mia famiglia” promosso dalle associazioni “Sicurlav” e “Uomo e Ambiente” e rivolto agli studenti iscritti nell’anno scolastico 2023/24 delle Scuole Secondarie di primo grado della Provincia di Torino.

L’argomento del concorso, sensibile e purtroppo di quotidiana attualità, ha riguardato “La sicurezza sul lavoro” e ha voluto stimolare i ragazzi, ma anche i loro familiari, a un’osservazione partecipata della realtà e quindi a intuire e capire gli aspetti che possono essere fonte di pericolo per i lavoratori. I progetti elaborati dagli studenti, in forma individuale o in gruppo, eventualmente sotto la guida degli insegnanti, dovevano sviluppare il tema della sicurezza e salute negli ambienti di lavoro.

Il titolo efficace e stimolante: “BE SAFE, BOOMER! Io, influencer per la sicurezza della mia famiglia”, non identifica un progetto fine a sé stesso e rivolto unicamente ai ragazzi, ma indica una via per sensibilizzare e coinvolgere anche gli adulti delle famiglie, nei confronti dell’importanza della sicurezza in ambito lavorativo. Molto spesso, gli incidenti sul lavoro sono giudicati inevitabili, attribuendo colpe al destino infausto, mentre le reali responsabilità corrispondono quasi sempre a errori umani: frutto di distrazione, di fretta o di abitudine, che portano a disattendere le più elementari norme di sicurezza. Atti in cui il destino c’entra ben poco.

Hanno aderito al progetto le scuole medie di Villar basse, di Almese e di Alpignano, con un totale di più di cento alunni, che hanno presentato ben 89 progetti, sia fisici che digitali. Ogni progetto è stato accompagnato da una presentazione, che ha descritto il percorso intrapreso per arrivare alla scelta del contenuto e della modalità espressiva. I ragazzi hanno dato via libera alla loro creatività presentando elaborati scritti: fumetti, poster e manuali, ma anche in forma multimediale con video, pagine web, o presentazioni di Power Point, per arrivare alle forme più artistiche con plastici o costruzioni Lego.

Sono stati assegnati nove premi, pubblicati sul sito dell’Associazione Sicurlav (www.sicurlav.eu/non-e-colpa-del-destino) – 2 elaborati sono giunti sul podio, 2 al secondo posto e 2 al terzo, più 3 premi speciali, di cui uno assegnato da Raspini S.p.A.

Raspini, rappresentata alla premiazione da Emilia Lisdero, responsabile Marketing, è azienda attenta ai temi della sicurezza e aperta alle idee e al punto di vista, sovente innovativo, delle nuove generazioni, ha aderito con entusiasmo al progetto e il suo premio speciale è stato assegnato a Gabriel Gaspar e Paolo Garibaldo – appartenenti alla II C della scuola media statale “Alberto Tallone” di Alpignano - per il loro elaborato: un video clip in cui, attraverso l’animazione di due orsetti di peluche, viene messa in evidenza la vita di un operaio, con le criticità e i conseguenti pericoli in cui può incorrere durante la sua normale attività lavorativa. L’elaborato è semplice, non ha il supporto di dialoghi o altri audio, ma il messaggio è ben veicolato e molto efficace, con l’obiettivo raggiunto in modo chiaro, degno quindi di attenzione e menzione.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium