/ Asti

Asti | 24 gennaio 2019, 10:38

Rasero: a parte qualche piccola criticità, tutte le strade comunali sono percorribili

Il sindaco di Asti ha fatto il punto sulla situazione neve con una lunga nota pubblicata sul suo profilo Facebook

Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Il sindaco di Asti, Maurizio Rasero, ha pubblicato sul proprio profilo Facebook una lunga nota inerente gli interventi effettuati in città in relazione alla copiosa nevicata di ieri (interventi il cui costo, precisa l'assessore Stefania Morra, si aggira sui 60.000 euro) e alla decisione di tenere aperte le scuole cittadine. Lo pubblichiamo integralmente.

Dopo il trattamento preventivo di ieri mattina e i vari trattamenti spartineve e spargisale effettuati nella notte sia in ambito urbano che in ambito extraurbano, questa mattina a partire dalle ore 7.30 le strade comunali sono percorribili, a parte qualche piccola criticità che si è verificata ma in fase di risoluzione per le quali mi scuso fin da ora con i pochi cittadini coinvolti. Un plauso ai tecnici comunali e a tutti gli operatori che si sono adoperati tutta la notte per garantire la percorribilità delle strade per questa mattina e quindi per poter permettere di tenere le scuole aperte.

Posso assicurare che non è facile decidere il da farsi e che la decisione è stata adeguatamente valutata pensando in primis alla sicurezza (che eravamo certi di poter garantire, anche se naturalmente la nevicata comporta comunque sempre dei rischi in più rispetto alla normalità) ed anche al disagio che avremmo potuto creare alle famiglie che non hanno la possibilità di tenere a casa i figli (chiudere una scuola comporta l’obbligo di tenere a casa i figli, aprirla consente comunque a chi non si fida e teme un pericolo di non mandarli a scuola).

Raccomandiamo comunque di prestare attenzione a percorrere marciapiedi e zone in cui la neve è ancora accumulata. Ricordando poi che siamo a gennaio e in Piemonte (e non in un paese tropicale, dove non si è mai vista la neve), ringrazio tutti per la pazienza e la collaborazione.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium