/ Attualità

Attualità | 25 gennaio 2019, 09:21

Asti: incontro in Camera di Commercio per illustrare il bando sulla sostituzione di veicoli commerciali inquinanti

Nel corso dell'appuntamento, in programma mercoledì, funzionari di Unioncamere illustreranno i temini dei finanziamenti per 4 milioni di euro

Asti: incontro in Camera di Commercio per illustrare il bando sulla sostituzione di veicoli commerciali inquinanti

La Regione Piemonte ha messo a disposizione 4 milioni di euro per il rinnovo dei veicoli commerciali N1 o N2 (ossia quelli con massa inferiore a 3,5 tonnellate e quelli tra 3,5 e 12 tonnellate), ovvero quelli che, per tipo di motorizzazione e per percorrenza chilometrica, risultano maggiormente inquinanti, oltre a essere utilizzati quali diretto strumento di lavoro da parte delle imprese.

I criteri adottati dalla Giunta regionale prevedono che, per ottenere l’incentivo regionale, occorra rottamare un veicolo commerciale N1 o N2 per il trasporto in conto proprio, aventi motorizzazione benzina fino a euro 1/I inclusa, ibridi benzina (benzina/metano o benzina/GPL) fino a euro 1/I inclusa, e diesel fino a euro 4/IV inclusa.

Tali veicoli potranno essere sostituiti con mezzi analoghi di tipo elettrico puro, ibrido (benzina/elettrico Full Hybrid o Hybrid Plug In), metano esclusivo, GPL esclusivo, metano o GPL bifuel (benzina/metano e benzina/gpl). Vengono inoltre ammesse le spese di conversione dei motori di veicoli commerciali, per trasporti specifici e a uso speciale N1 e N2, attualmente alimentati a gasolio, in motorizzazioni meno inquinanti (elettrico, metano, GNL, GPL e bifuel benzina (benzina/metano e benzina/GPL).

“L’obiettivo che ci siamo preposti – afferma l’assessore all’Ambiente della Regione Piemonte, Alberto Valmaggia, insieme a quello della conversione dei motori, è anche quello di promuovere la rottamazione dei veicoli diesel più vetusti e incentivare l’acquisto di nuovi mezzi, meno inquinanti e più performanti, così come definito dall’Accordo di Bacino padano per il risanamento atmosferico La Regione Piemonte mette a disposizione fino a 10.000 euro a fondo perduto per singolo contributo, anche cumulabile con altri incentivi”.

Per far conoscere ai diretti interessati questa opportunità, la Regione e Unioncamere hanno definito un calendario d’incontri cui presenzieranno i funzionari dell’Ente incaricato della gestione del bando. Per quanto concerne Asti, l’appuntamento è fissato per le 11.30 di mercoledì nella sede Camerale di piazza Medici 8, ad Asti. La partecipazione è gratuita, ma è necessaria iscrizione in Camera di commercio inviando mail a studi@at.camcom.it

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium