/ Solidarietà

Solidarietà | 27 febbraio 2019, 15:52

Un camper per "vedere meglio". Nuova iniziativa della Soms di Asti "Olga Marchisio"

Visite oculistiche gratuite per 12 persone individuate da associazioni sociali

Sergio Zappa e Maurizio Quadri

Sergio Zappa e Maurizio Quadri

La società operaia di mutuo soccorso "Olga Marchisio" con sede alla Casa del Popolo, in via Brofferio ad Asti, in piena sintonia con la filosofia di ciò che deve essere una Società di mutuo soccorso, ha presentato questa mattina una nuova iniziativa che aiuti con i fatti le persone bisognose.

Una struttura, quella del mutuo soccorso, che vide la luce nell'800 e che dopo un periodo di "silenzio" torna di grande attualità. Convenzioni, punto di incontro tra produttori e consumatori e un progetto che riguarda la salute dall'educazione alimentare, il contrasto alla ludopatia, il Camper della salute.

"La Soms regionale - ha spiegato il referente della Soms Sergio Zappa - metterà a disposizione due unità mobili per effettuare visite specialistiche e visite oculistiche. Si inizia con due date al mese, ma l'obiettivo è di arrivare a 10"

LE DATE E LE VISITE

Le due date che vedranno il Camper della Salute protagonista nel cortile della Casa del Popolo sono il 7 e il 28 marzo.

Il dottor Maurizio Quadri, stimato oculista, con una lunga esperienza anche in Africa, visiterà gratuitamente 12 persone bisognose individuate con la collaborazione di diverse associazioni (Noix de Kola, Auser, Sert, Piam, e il magazzino solidale della Parrocchia di San Domenico Savio). Si tratta di anziani e immigrati che, nei due giorni individuati dalle 9.30 alle 12.30 potranno usufruire di visita gratuita che poi stabilirà il da farsi.

"Importante trovare soluzioni pratiche per differenziare i bisogni", ha spiegato Quadri.

Sempre più italiani rinunciano alle prestazioni sanitarie; molti, moltissimi non possono permettersi cure. Questi progetti possono fare la differenza e non essere semplicemente una goccia nel mare.

"Le dieci giornate mensili che ci prefiggiamo - ha aggiunto Zappa - fanno parte di un progetto finanziato in parte dalla Banca di Asti e in parte con le nostre risorse".

Betty Martinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium