/ Cronaca

Cronaca | 18 luglio 2019, 08:42

A Nizza Monferrato nuove telecamere renderanno più sicura la città

Il contributo di 187mila euro integrerà i 25mila locali

A Nizza Monferrato nuove telecamere renderanno più sicura la città

A Nizza Monferrato la sorveglianza elettronica, grazie anche ad un bando del Ministero dell’Interno, aumenterà il suo raggio di azione. Arriveranno infatti 44 nuove telecamere (87 in tutto) che entreranno in funzione al massimo all’inizio del nuovo anno, la gara di appalto sarà ad agosto.

Un contributo importante: 187mila euro a cui si sommano 25mila euro. All’operazione sono così destinati 212mila euro.

"Dieci telecamere saranno specifiche per la lettura targhe (targa system) che completeranno la perimetrazione delle direttrici di accesso alla città, interfacciate con la banca dati della Motorizzazione per identificare i veicoli privi di assicurazione– spiega il comandante della polizia municipale Silvano Sillanomentre le altre saranno di videosorveglianza" .

"Le nuove telecamere avranno immagini di qualità decisamente superiore a livelllo di definizione, non paragonabili a quelle di qualche anno fa. Alcune saranno anche nel centro storico per coprire alcune zone scoperte, o a integrare le esistenti. Abbiamo allargato il controllo sulla permetrazione del centro città".

"Un aspetto rilevante - continua il comandante - è il collegamento in fibra ottica della realizzazione di una prima dorsale che collegherà la sede del Comando con il Comune, dove risiedono i server principali di registrazione. Abbiamo l’impianto wireless che fa capo al “Campanon”, il punto più alto di raccolta dei segnali, anche se verrà fatto un nuovo punto di rilancio sulla collina San Michele, una parte dei flussi di immagini saranno dirottate direttamente presso la sede del Comando senza passare dal Comune. La dorsale in fibra ottica permetterà di collegare il comando con una parte delle telcamere del centro storico (via Pio Corsi, piazza Garibaldi); una prima tratta in fibra ottica collegherà la sede del comando con il Comune, PalazzoCrova e il Foro Boario.

Betty Martinelli

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium