/ Cronaca

Cronaca | 29 agosto 2019, 18:39

Picchiava l'ex moglie anche durante la gravidanza: 31enne astigiano condannato a due anni

L'uomo, ai domiciliari, non provvedeva neanche al mantenimento del figlio nato dalla relazione con la donna

Picchiava l'ex moglie anche durante la gravidanza: 31enne astigiano condannato a due anni

Nella giornata di ieri, 28 agosto, la Polizia di Stato - Squadra Mobile della Questura di Asti ha dato esecuzione al provvedimento di detenzione domiciliare emesso dal Tribunale di Asti – Ufficio Esecuzioni - nei confronti di un 31enne astigiano, con precedenti, responsabile di maltrattamenti, lesioni e minacce nei confronti della ex moglie.

In particolare, l’arrestato, condannato alla pena della reclusione di due anni, dovrà scontare la condanna in regime di detenzione domiciliare presso la propria residenza.

L’uomo è stato ritenuto responsabile di maltrattamenti fisici e psichici nei confronti della ex moglie, in quanto in più occasioni, anche durante lo stato di gravidanza, l’aveva percossa e minacciata, molestata con numerose telefonate minatorie e aveva fatto mancare i mezzi di sussistenza anche al figlio, nato dalla loro relazione sentimentale.

L’attività di indagine, condotta da personale della Squadra Mobile di Asti, ha consentito di consegnare all’Autorità giudiziaria un quadro indiziario ritenuto attendibile e completo, fatto di soprusi e violenze quotidiane, di percosse e di minacce, anche di morte, profferite sia direttamente alla vittima, che a mezzo del telefono.

Inoltre in taluni casi le minacce erano state rivolte anche alla famiglia della parte offesa, i cui genitori, sia di giorno che di notte, venivano minacciati dall’uomo che mai avrebbe permesso alla loro figlia di rifarsi una nuova vita. 

Il 31enne è stato rintracciato presso la propria dimora in Asti ed al termine delle formalità di rito è stato sottoposto alla detenzione domiciliare a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium