/ Attualità

Attualità | 19 novembre 2019, 13:26

Il Comune di Asti ha aperto un profilo Instagram, ma resta poco presente sul web

Il dato emerge dal Rapporto “ICity Rank 2019”, che ha analizzato le presenze sui social dei 107 capoluoghi di provincia italiani

Il Comune di Asti ha aperto un profilo Instagram, ma resta poco presente sul web

Stando ad un’indagine svolta da FPA, società del gruppo Digital360, sulla presenza, l’uso e la performance sui social network di 107 comuni capoluogo di provincia, Asti sarebbe uno dei pochissimi capoluoghi di provincia (ne risultano altri 6, su un totale di 107) ad essere pressoché assente sui più comuni e utilizzati social network. in questo caso il condizionale è d'obbligo perché, in realtà, da pochi giorni il Comune dispone di un proprio profilo Instagram.

All’opposto, con presenza massiccia sui social, troviamo Torino, Bologna e Napoli, mentre i Comuni con più profili attivi (ben sette) risultano essere Reggio Emilia e Ferrara. Mentre sono ben 70 le città presenti su almeno tre piattaforme social diverse.

Sono alcuni dei dati estrapolati dal Rapporto “ICity Rank 2019”, che fornisce la classifica delle città più smart e sostenibili d’Italia e che sarà presentato il prossimo 26 novembre a Roma, a partire dalle ore 10, nell’evento di apertura della manifestazione FORUM Pa Città (26 e 27 novembre, Talent Garden Roma Ostiense).

Tornando ai Comuni privi di profili social va però doverosamente precisato che la ricerca è stata portata a termine alcune settimane fa, pertanto non tiene conto della recentissima apertura (il primo post risale ad appena 3 giorni fa) di un profilo Instagram ufficiale del Comune, raggiungibile all’indirizzo www.instagram.com/ilcomunediasti/

Una gradita novità che ci pone un gradino al di sopra degli altri sei Comuni italiani (ovvero Chieti, Vibo Valentia ed Enna, storicamente assenti dai social, alle quali si aggiungono Agrigento, Teramo e Taranto che hanno fatto marcia indietro e, in alcuni casi, dismesso account non aggiornati da anni) che risultano invece essere del tutto privi di profili social.

Una scelta, quella di aprire un profilo Instagram, decisamente in linea con le tendenze, poiché le giovani generazioni preferiscono questo social network a Facebook, considerato da molti ragazzi come “per vecchi”, che resta comunque il social network più frequentato in assoluto dagli italiani.

Il profilo Instagram del Comune, come detto, è attivo da pochi giorni e conseguentemente i suoi numeri sono giocoforza molto ridotti: appena 7 post, 49 follower (ovvero utenti che lo seguono) e 23, quasi tutti profili personali di amministratori pubblici, i profili seguiti.

Gabriele Massaro

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium