/ Solidarietà

Solidarietà | 21 gennaio 2020, 08:35

"Storie del lavorare insieme" un nuovo progetto dell'Associazione Peter Pan

Il progetto vuole ridurre le ineguaglianze sociali promuovendo iniziative in diversi ambiti

"Storie del lavorare insieme" un nuovo progetto dell'Associazione Peter Pan

"Storie del lavorare insieme" è un progetto  dall'associazione Peter Pan di Asti avviato  da ottobre scorso che fa parte del bando “Sostegno a progetti di rilevanza locale, promossi da associazioni di volontariato e di promozione sociale –Anno 2019".

Il progetto, della durata di 12 mesi,è realizzato con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in collaborazione con la Regione Piemonte.

Si tratta dell'unico progetto finanziato sul territorio astigiano anche grazie alla disponibilità dei vari soggetti che vi hanno aderito come partner(OdV Noix de Kola) e come Reteo Esperti (IC3 Asti, CSVAA, Consorzio Coala, Jokko scs, No Problem scs , Associazione CRAFT, UPAE, Associazione Tanaro Skate Asti, Associazione ATCA, I Filonauti, ASL AT, Comune di Asti).

IL PROGETTO

Il progetto si compone di diverse azioni mirate a ridurre le ineguaglianze sociali promuovendo azioni di rafforzamento dei legami nel quartiere Praia di Asti e più in generale nell’ambito della città di Asti:

Potenziamento di alcune delle attività del Peter Pan nel Quartiere Praia di Asti: sostegno scolastico ed extra-scolastico (doposcuola e centro estivo).

Azioni innovative rivolte al Quartiere in affiancamento a quelle storiche: Laboratori per le per le donne del quartiere(Scuola di Italiano e di Arabo, Taglio e Cucito, Informatica e Cucina), Sportello per le famiglie (attività di ascolto, supporto educativo e orientamento ai servizi percorsi informativi/formativi rivolti alle famiglie del quartiere -educazione al consumo, gestione budget famigliare, educazione alimentare, sostegno alla genitorialità, educazione ambientale ed alla corretta gestione dei rifiuti).

Formazione rivolta ai Volontari per aggiornare gli operatori e creare competenze che rimarranno nel tempo:

Seminari sulle problematiche psicologiche e psicosociali in adolescenza, Formazione sulle pratiche filosofiche, Strumenti per la didattica inclusiva e Didattica dell’Italiano L2.

Le attività già avviate: doposcuola (più 30 iscritti rispetto al 2018), Corsi di Italiano per le donne magrebine ( n°27 allieve), supporto educativo per le famiglie.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium