/ Scuola

Scuola | 18 febbraio 2020, 14:16

Da mercoledì 26 a venerdì 28 febbraio al Liceo Vercelli tornerà la cogestione

Tra le novità di quest’anno la possibilità di scegliere un percorso tematico per sviluppare competenze nel proprio ambito preferito

L'ingresso del Liceo

L'ingresso del Liceo

Torna anche quest’anno l’esperienza di cogestione nel Liceo Scientifico Vercelli, prevista da mercoledì 26 a venerdì 28 febbraio nei locali di via dell’Arazzeria. Per tre giorni, dunque, la didattica tradizionale cederà il passo alle attività pensate dai rappresentanti di Istituto (Ludovica Rainero, Matteo Campagnoli, Mattia Perosino e Luca Stobbione), e dal loro staff, sotto il coordinamento della dirigente, Cristina Trotta.

Una delle novità più interessanti di quest’anno è la possibilità per gli studenti di scegliere un percorso tematico che leghi in maniera organica e coerente le attività proposte, per sviluppare utili competenze nell’ambito preferito. Gli studenti potranno approfondire Temi green; Temi umanitari; Salute e Sport; Cultura, Arte e Musica; Attualità e Svago. Gli approfondimenti proposti rispecchiano i grandi argomenti dell’attualità, segno di una piena consapevolezza degli studenti al mondo che li circonda: si parla di sostenibilità ambientale (bioedilizia, cambiamenti climatici, energia nucleare ed energie rinnovabili), attualità sociale e politica (guerre contemporanee, start-up, lavoro in equipe, social network, sport) e solidarietà (previsti incontri con gli operatori nel mondo umanitario).

“L’organizzazione dei ragazzi mette in evidenza, anche quest’anno, come rappresentanti e staff abbiano saputo gestire queste giornate in maniera autonoma e matura, coniugando approfondimento, spessore e svago”, rileva la preside Cristina Trotta.

Come da tradizione, molti i professionisti e i volti noti che sono stati coinvolti, trai questi il Vescovo di Asti, Mons. Marco Prastaro; Chiara Ercole, direttrice amministrativa della Saclà, due glorie dello sport astigiano come Rossella Giordano e Alice Franco; il cantautore astigiano Andrea Cerrato; il professor Paolo Cerrato; l’associazione Business Voices di Bni.

A completare l’offerta didattica alternativa, vi sono le attività, sempre molto richieste, che spaziano dal parlare di cinema tratti da capolavori della letteratura inglese alle sinfonie dell’Ottocento, fotografia, cucina, primo soccorso, Palio, cheerleading, judo, kick-boxing e calisthenics, beat-making e cultura Dj. In coda all’ultimo giorno, il grande concerto per tutti.

“Ci siamo posti l’obiettivo di utilizzare la cogestione per lasciare qualcosa alla nostra scuola e ai suoi studenti - commentano i rappresentanti di Istituto - per questo, tempo permettendo, sarà realizzato un murales per abbellire la via d’accesso alla scuola e a tutti i partecipanti alla Cogestione sarà regalato un braccialetto realizzato appositamente”.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium