/ Attualità

Attualità | 06 giugno 2019, 17:57

Caso Blutec: le novità dopo il primo incontro sindacale con il Commissario Giudiziario

Riceviamo e pubblichiamo le considerazioni di Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm dopo l'incontro con il Commissario Giudiziario avvenuto ieri

Caso Blutec: le novità dopo il primo incontro sindacale con il Commissario Giudiziario

Ieri, giovedì 5 giugno, si è tenuto il primo incontro a livello territoriale con il Commissario Giudiziario dott. Giuseppe Glorioso, i vertici aziendali della BLUTEC Spa sito di Asti, dott. Fabio Patanè e ing. Stefano Bustreo atto a verificare:

• l’andamento dell’amministrazione giudiziaria;

• situazione economica – produttiva - finanziaria;

• l’andamento occupazionale.

E' stato riportato brevemente quanto fatto dall’inizio dell’amministrazione giudiziaria a partire delle vicende giudiziarie legate a BLUTEC spa con Torino come tribunale di competenza e dei contatti con FCA per il rafforzamento e/o garanzia sui prodotti attuali e futuri.

Durante l’incontro il Commissario cha comunicato l’avvio in data 16 maggio 2019 di una procedura di concordato in bianco, presso il tribunale di Pescara, istanza presentata per evitare che il tribunale si esprimesse sulla richiesta di fallimento presentata da un creditore. Successivamente il tribunale di Pescara ha trasferito la pratica al tribunale di Torino competente per sede.

Il commissario ha confermato che da quando è in essere la sua gestione la società ha pagato con regolarità le mensilità ai lavoratori e i relativi oneri contributivi, la precisazione fa intendere che in precedenza ci siano state delle omissioni o ritardi in tali adempimenti. Per quanto riguarda le omissioni su Cometa e Metàsalute non ci sono risposte soddisfacenti.

Il Commissario non ha dato alcuna certezza non solo su la data, ma sulla concreta possibilità di essere onorate, le stesse rientrano nelle procedura di accertamento dello stato debitorio dell’impresa e conseguentemente di un eventuale Concordato. Abbiamo chiesto, visto la procedura di concordato in corso, che come ben sapete congela tutti i crediti pregressi, che almeno venga versata la contribuzione maturata a partire del 17 maggio al Fondo Cometa e la riattivazione del Fondo di Sanità integrativa – Metàsalute anche nella parte pregressa al fine di riattivare le coperture per gli iscritti.

Infine, abbiamo chiesto che le attività della amministrazione giudiziaria siano rivolte al mantenimento dei livelli occupazionali in tutti i siti della società e alla prosecuzione dell’attività lavorativa, si è chiesto maggiore tempestività nelle comunicazioni della procedura perché è necessaria un informazione corretta alle maestranze e alle strutture sindacali provinciali. in quanto gli avvenimenti giudiziari sono stati appresi in data odierna ovvero attraverso altre fonti. E’ necessario un piano concordatario che garantisca la continuità ed eviti il fallimento che rassicuri le maestranze, auspicando che ciò sarà oggetto di discussione a partire dal prossimo incontro al Mise fissato per il 21 c.m.

FIM-CISL, FIOM - CGIL, UILM 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium