/ Eventi

Eventi | 25 ottobre 2019, 17:43

Il castello e il muBATT protagonisti, a Ceresole d'Alba, domenica 27 ottobre

Visite guidate nelle due realtà del paese roerino, oltre a una serie di eventi organizzati tra Langhe e Roero, nell'ambito di "Narrar castelli e vini": nel weekend, visitabili anche i castelli di Barolo, Monteu Roero e Magliano Alfieri

Il muBATT di Ceresole d'Alba

Il muBATT di Ceresole d'Alba

La battaglia di Ceresole, a cui presero parte circa 30 mila soldati, avvenne il 14 aprile 1544. Protagonisti dello scontro furono l’esercito francese di Francesco I e l’esercito degli Imperiali di Carlo V, che si sfidarono per ottenere l’egemonia in territorio italiano. Lo scontro si concluse con la vittoria dell’esercito francese di Francesco I. Numerosi artisti, pittori e scrittori citarono e rappresentarono la Battaglia di Ceresole nelle loro opere: tra questi il pittore Hans Leonhard Schäufelein e gli scrittori Michel de Montaigne e Victor Hugo.

Il Comune di Ceresole d’Alba, il Comune di Saint-Paul-de-Vence e l’ufficio turistico di Saint-Paul-de-Vence sono protagonisti del progetto europeo “SuCCeS”, finanziato dal programma Interreg V Alcotra France–Italia 2014–2020, che ha portato alla creazione del muBATT, il museo della Battaglia di Ceresole d’Alba, inaugurato a fine settembre.

“Abbiamo voluto dare al muBATT un taglio interattivo, molto accattivante e moderno, per essere più attrattivi rispetto alle forme di comunicazione di oggi – afferma il sindaco di Ceresole d’Alba, Franco Olocco –. Multimedialità, grafica, riprese con i droni, oltre ad alcune chicche con i reperti storici rinvenuti sul territorio, come una palla di cannone e un’alabarda sono alla base del nostro allestimento”.

L’importo complessivo per la realizzazione della parte italiana, interamente coperto dal progetto Interreg 2014-2020, ammonta a 723.000 euro: un investimento importante per la valorizzazione del territorio, a costo zero per il Comune. Oltre al museo, il progetto prevede anche la realizzazione di due sentieri escursionistici nel territorio ceresolese, attualmente in fase di progettazione, e la realizzazione di un sentiero alla base delle mura di Saint-Paul-de-Vence. Dei sentieri roerini, uno sarà “urbano”, toccando edifici di interesse storico-culturale, mentre il secondo porterà alla scoperta del territorio e della campagna ceresolese lungo un percorso di circa 13 km, ciclopedonale, a misura di famiglia.

“Tra le altre iniziative di promozione congiunta, ricordiamo anche gli scambi culturali tra le scuole dei nostri due Comuni – aggiunge il primo cittadino ceresolese –. In questa fase iniziale, l’apertura del museo è prevista una volta al mese, l’ultima domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18. L’ingresso è gratuito e comprende la visita guidata con il personale di Turismo in Langa. Siamo inoltre disponibili ad aperture straordinarie per le scuole, su prenotazione, abbinando l’esperienza delle escursioni sul territorio, alla scoperta delle nostre zone umide, fra peschiere e laghi artificiali”.

Sempre domenica 27 ottobre, oltre al Museo della Battaglia, sempre a Ceresole d’Alba sarà possibile visitare il Castello di Ceresole d’Alba, nell’ambito delle iniziative organizzate da Turismo in Langa in occasione di “Narrar castelli e vini”.

Castello di Ceresole d’Alba, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18 (partenze ogni ora circa, ultima partenza alle ore 17). La nostra avventura ci riporta al 1544. Il Piemonte è attraversato dagli eserciti spagnoli e francesi che si contendono il predominio sull’Italia del nord. Francesco di Borbone, conte d’ Enghien, e Alfonso d’Avalos si affrontano in uno scontro cruento, con gli italiani che militano in entrambi gli schieramenti. La vittoria dei francesi sconvolgerà la vita quotidiana degli abitanti del castello.
Al termine della visita sarà possibile degustare vinidella Scuola Enologica di Alba Umberto I. Contributo per la visita narrata: gratuito per bambini fino a 10 anni, 8 euro per i ragazzi dagli 11 ai 18 anni e 10 euro per gli adulti. Possessori abbonamento Musei Torino Piemonte Card 8 euro.


Ad arricchire gli appuntamenti del weekend, sempre nell’ambito delle iniziative promosse da Turismo in Langa, anche gli eventi organizzati a Monteu Roero e Magliano Alfieri, sempre domenica 27 ottobre, e a Barolo già domani, sabato 26 ottobre.

Castello Comunale Falletti di Barolo, sabato 26 ottobre dalle 19 alle 24 (partenze ogni ora circa, ultima partenza alle ore 23). Un viaggio alla scoperta della storia e del piano nobile del Castello, che conserva gli arredi originali della famiglia Falletti di Barolo. La visita narrata permetterà di scoprire la vita del Marchese Carlo Tancredi Falletti, di sua moglie Juliette e di alcuni personaggi come Silvio Pellico e Camillo Benso di Cavour, protagonisti dell’epopea risorgimentale italiana, e abituali ospiti del castello.
Al termine della visita sarà possibile degustare vini del territorio. Contributo per la visita narrata: gratuito per bambini fino a 10 anni, 8 euro per i ragazzi dagli 11 ai 18 anni e 10 euro per gli adulti. Possessori abbonamento Musei Torino Piemonte Card 8 euro.

 

Castello di Monteu Roero, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18 (partenze ogni ora circa, ultima partenza alle ore 17). Circondato dalle profonde e caratteristiche “rocche”, formazioni geologiche contraddistinte da guglie e dirupi, il castello di Monteu Roero sorge sull’elevato colle che diede il nome al paese (“Monte Acuto” in origine). La visita permetterà ai visitatori di immergersi nell’atmosfera antica e suggestiva del castello, ambientandola negli anni ricchi di litigi interni nella famiglia dei Roero, l’ultimo dei quali, nel 1663, portò alla completa ristrutturazione della cappella gentilizia da parte di Michele Roero di Monteu, incontrando l’ostilità del conte Galeazzo Roero.
Al termine della visita sarà possibile degustare vini dei produttori di Monteu Roero. Contributo per la visita narrata: gratuito per bambini fino a 10 anni, 8 euro per i ragazzi dagli 11 ai 18 anni e 10 euro per gli adulti. Possessori abbonamento Musei Torino Piemonte Card 8 euro.

Castello di Magliano Alfieri, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18 (partenze ogni ora circa, ultima partenza alle ore 17). Un’affascinante giornata per respirare l’atmosfera di epoche passate, tra le mura del maniero di Magliano Alfieri. Le visite narrate permetteranno di scoprire la storia della famiglia Alfieri di Sostegno e di ammirare il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari – Cultura del Gesso.
Al termine della visita sarà possibile degustare vini di produttori locali. Contributo per la visita narrata: gratuito per bambini fino a 10 anni, 8 euro per i ragazzi dagli 11 ai 18 anni e 10 euro per gli adulti. Possessori abbonamento Musei Torino Piemonte Card 8 euro.

Informazione pubblicitaria

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium