/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 14 febbraio 2020, 12:00

Amazon rinuncia al Mobile World Congress: impatti sull'azionario?

Dal 24 al 27 febbraio si terrà a Barcellona il Mobile World Congress, cioè l’esibizione più importante per le industrie di telefonia mobile

Amazon rinuncia al Mobile World Congress: impatti sull'azionario?

Dal 24 al 27 febbraio si terrà a Barcellona il Mobile World Congress, cioè l’esibizione più importante per le industrie di telefonia mobile.

Quest’anno, purtroppo, sta facendo scalpore la decisione di diverse società come la Ericsson e l’LG di rinunciare a parteciparvi. Su questa scia, anche il colosso del settore nel commercio elettronico ha deciso di non esser presente a tale evento.

La motivazione è legata alle preoccupazioni per il Corona virus, anche se è stato assicurato il normale svolgimento della fiera. Tutto ciò, come inciderà sulle azioni di Amazon?

Mobile World Congress: l’assenza di Amazon

A causa di questa nuova epidemia che sta creando preoccupazioni su scala globale, molte aziende hanno già declinato l’invito a partecipare al Mobile World Congress per quest’anno, mentre altre stanno ancora decidendo cosa fare.

Anche se l’evento sarà comunque svolto, come annunciato il sindaco di Barcellona, e si lavorerà per garantire le massime misure di sicurezza, la società Amazon guidata da Jeff Bezos ha già deciso che non sarà presente.

Bisogna tener conto del fatto che la città spagnola ha deciso di vietare l’ingresso a tutti coloro che provengono da Hubei, provincia cinese da cui è iniziato tutto e persino a coloro che si sono recati in Cina in questo periodo.

Ogni partecipante dovrà dimostrare di non essere infetto e, nonostante queste difficoltà, l’evento ospiterà circa 110mila persona provenienti da tutto il mondo che potranno visitare circa 2800 espositori.

Infatti, società cinesi come la Huawei e la Zte hanno confermato la loro presenza, dimostrando la volontà di non creare allarmismi eccessivi riguardo il Corona virus.

Amazon si ritira: come reagirà l’azionario?

Tutti coloro che intendono comprare azioni di Amazon, guardano con interesse alla rinuncia in quanto questo potrebbe avere ripercussioni sul titolo.

Prima di tutto, il colosso dell’e-commerce, disertando tale evento, avrà una minore possibilità di esporre, a livello globale, i propri prodotti e i propri servizi.

Nonostante ciò, sembra che la visibilità e una maggiore clientela non rientrino negli obiettivi di Bezos, che preferisce avere la sicurezza di non correre rischi.

In effetti, si tratta della fiera più grande in Europa che si focalizza esclusivamente sulle novità più rilevanti nel settore tecnologico. Dunque, sarebbe un ottimo espositore per permettere a tutto il mondo di conoscere i propri prodotti.

Analizzando i dati della società Amazon, contraddistinta senza dubbio da cifre esorbitanti, questa scelta potrebbe non influenzare pesantemente l’andamento del titolo in Borsa.

Amazon conta ormai più di 30 milioni di persone in tutto il mondo che si affidano ai suoi servizi, riportando un fatturato pari a 232,9 miliardi di dollari.

In termini d’investimento, appare un titolo ben saldo in Borsa, poiché si basa su una diversificazione in più settori e in costante crescita. In più, la società si contraddistingue per strategie di marketing e pubblicitarie, nonché partnership molto efficienti e che le assicurano la giusta visibilità.

Per gli azionisti, il titolo Amazon si è rivelato una sorpresa positiva grazie alla tendenza rialzista che ha vissuto in poco tempo.

Non a caso, è una società d’interesse sia per investitori aziendali che per piccoli traders indipendenti, i quali sanno di puntare su una delle società statunitensi più remunerative di questi ultimi anni.

Innovazione e attenzione alle esigenze dei propri clienti hanno contributo all’incremento delle entrate per Amazon, avendo ottime ripercussioni anche sui capitali investiti da coloro che hanno riposto fiducia nel titolo.

Con un 2019 chiuso in maniera più che positiva, poiché Bezos ha riportato utili pari a 3 miliardi di dollari, anche il 2020 sembra esser favorevole al titolo Amazon.

Di conseguenza, potrebbe essere un marchio su cui puntare sia per il breve che per il lungo termine se si studia, con attenzione, l’attuale situazione di mercato e si sceglie il momento che appare più favorevole per applicare le strategie elaborate.

In conclusione, anche se la società ha deciso di non partecipare ad un evento mondiale che le avrebbe sicuramente conferito una maggiore visibilità, l’interesse degli investitori non è assolutamente scemato.





Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium