/ Cronaca

Cronaca | 17 marzo 2020, 17:50

"Occorre mantenere lucidità e ragionare in modo scientifico". Intervista al questore di Asti Alessandra Faranda Cordella

Dopo la notizia del funzionario ammalato, istituita la procedura. 3 persone sono in isolamento fiduciario, 18 in sorveglianza sanitaria, ma nessun altro positivo

Alessandra Faranda Cordella con il Capo della Polizia Gabrielli

Alessandra Faranda Cordella con il Capo della Polizia Gabrielli

Qualche giorno fa una lettera dei sindacati di Polizia, chiedeva al questore di Asti Alessandra Faranda Cordella, un'attenzione più mirata verso il contenimento del contagio da coronaviurs, chiedendo anche la sospensione, esclusa l'urgenza, dei servizi di sportello.

Nonostante i seri problemi di salute delle ultime settimane, il questore è al lavoro, data l'emergenza. "Dispiace la lettera - ci spiega - non è il momento nè delle polemiche è delle strumentalizzazioni, dal 31 di gennaio ci sono state le disposizioni sul coronavirus, ben prima che si creasse questa situazione, avevamo ritirato tra i primi mascherine, camici, amuchina e tutto è stato condiviso con i sindacati. Durante la mia forzata assenza il vicario Rissone è stata straordinaria e appena ho potuto alzarmi ho rassicurato il personale con riunioni e incontri".

L'ufficio immigrazione è rimasto aperto alcuni giorni creando piccole code anche all'esterno, situazione poi ovviata con la chiusura, disposta dal Ministero, il 9 marzo nell'interesse di tutti.

"Ho chiesto alla Prefettura un budget straordinario - continua il questore - che mi è stato accordato per le pulizie quotidiane con prodotti controllati, è stato distribuito tutto per provvedere alla sanificazione.

IL FUNZIONARIO RICOVERATO ALLE MOLINETTE, PER LUI SITUAZIONE STABILE

"Poco dopo aver saputo del nostro funzionario ammalato e ricoverato alle Molinette ci siamo immediatamente attivati con il medico competente che ha stilato un elenco da inviare alla Asl e ha compilato le schede sanitarie. Non ci sono altri casi di ammalati o contagiati all'interno della questura ma 3 sono in isolamento fiduciario, 18 in sorveglianza sanitaria e tutti i giorni sono contattati dal nostro medico. Impegno e trasparenza sono massimi, i dirigenti sono stati chiamati affinchè contatattassero i dipendenti e poi i sindacati per spiegare la situazione".

LE MASCHERINE PER LE VOLANTI

L'utilizzo delle mascherine è regolato da una disposizione dalla direzione centrale di Sanità. Le volanti hanno le mascherine dal 31 gennaio per i casi sospetti o quando non si possa mantenere la distanza di sicurezza e la disposizione di igienizzare l'abitacolo.

"In questa epidemia occorre ragionare in modo scientifico, non bisogna dare corpo a intuizioni personali, bisogna rispettare le disposizioni impartite, nessuno di noi che non sia uno specialista non è autorizzato ad inventarsi metodologie. Bisogna mantenere - conclude - lucidità ed è l'invito che faccio al mio personale con il mio ringraziamento per il loro lavoro. Dobbiamo essere il riferimento delle persone con ottimismo, in questo caso la positività è una cosa buona".

Betty Martinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium