/ Sanità

Sanità | 14 giugno 2020, 18:00

Fase 3: da domani in Piemonte sì alle terme e alle sale gioco. Ripartono anche cinema e teatri

Per il momento Asti non vedrà la riapertura immediata dei suoi cinema, ma i locali non saranno più obbligati a chiudere all'una di notte. Dal 25 giugno torneranno gli sport da contatto, dal 14 luglio i balli in discoteca.

Fase 3: da domani in Piemonte sì alle terme e alle sale gioco. Ripartono anche cinema e teatri

Da domani, 15 giugno, il Piemonte inizierà una nuova fase nella lotta al Covid19. La chiamano fase 3: una fase di convivenza con il virus e di graduale riapertura di altri comparti, fino ad oggi costretti a mantenere le serrande abbassate.

Sì alle terme, ai circoli e alle sale gioco

Con un'ordinanza regionale, il Governatore Alberto Cirio ha deciso di mantenersi in linea con quanto previsto dal Dpcm. Da domani, quindi, riapriranno i centri benessere, le terme, i circoli culturali, sociali e le sale gioco.

Sì a teatri e cinema, ma per Asti è tutto in salita

Serrande alzate anche per teatri, cinema e sale concerti, anche se per la realtà prettamente astigiana si prospetta una ripartenza in salita. Cinelandia, nonostante gli ampi spazi, probabilmente riaprirà a luglio, mentre il Lumière e Sala Pastrone al momento resteranno chiusi. Riaprirà però l’Arena estiva al Michelerio con Cinema Cinema, che terrà banco con tante iniziative, grazie all’inventiva di Vertigo e la disponibilità del Comune a concedere lo spazio. Da domani, però, i locali di Asti non avranno più l'obbligo della chiusura all'una di notte

Sì a centri estivi e attività ludiche 0-17

Da domani tornano anche le attività ludiche, ricreative ed educative per i bambini e i ragazzi da 0 a 17 anni, in strutture chiuse o all’aria aperta e con l’ausilio di operatori. Al via anche i centri estivi. 

RSA

Le visite nelle Rsa, in linea con il Decreto dell’11 giugno, sono limitate ai casi previsti dalle direzioni sanitarie delle strutture, adottando le misure di prevenzione e sicurezza previste dal Dpcm.

Spettacoli

Gli spettacoli aperti al pubblico sono consentiti anche in altri spazi e all’aperto sempre nel rispetto delle apposite Linee guida. Lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche, invece, in linea con quanto previsto dal decreto nazionale, è consentito solo in forma statica.

No alle discoteche e alla partitella a calcetto

Si dovrà attendere ancora fino al 14 luglio per poter tornare a ballare in discoteca, mentre le partite a calcetto con gli amici e i tornei di beach volley (insieme a tutti gli sport da contatto) dovrebbero ripartire dal 25 giugno.

L’ordinanza sarà in vigore fino al 14 luglio.

Elisabetta Testa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium