/ Cronaca

Cronaca | 25 giugno 2020, 16:20

Pronta replica dell’assessore Bona alla consigliera Ferlisi: “Non colgo il nesso tra telecamere di sicurezza e le multe”

“Quelle che presidiano i varchi ZTL e quelle di videosorveglianza non sono la stessa cosa”, spiega l’assessore.   Che invita il PD a promuovere, dal governo, bandi per nuove installazioni

Pronta replica dell’assessore Bona alla consigliera Ferlisi: “Non colgo il nesso tra telecamere di sicurezza e le multe”

Pronta replica dell’assessore comunale alla Sicurezza Marco Bona alla nota stampa con la quale la consigliera PD Maria Ferlisi chiede conto della sicurezza in città e dell’utilizzo dei sistemi di videosorveglianza che, afferma la capogruppo PD, “non devono servire solo a fare multe” (CLICCA QUI per rileggere l'articolo)

“Non capisco il nesso tra telecamere e multe, soprattutto fatto da una persona che è stata per anni nell’Amministrazione ha esordito Bona – Se si intende le telecamere della ZTL quelle servono ad accertare gli accessi nell’area rilevando le targhe, ma quello sulle telecamere di videosorveglianza è tutt’altro discorso”.

Siamo l’Amministrazione che più ha investito sull’installazione di nuovi impianti ha aggiunto l’assessore – Purtroppo i furti di dehor non sono un fatto nuovo, ci sono sempre stati, ma che ora grida davvero vendetta. Se però, visto che sono al governo (riferimento al PD, ndr.) volessero fare un nuovo bando per ulteriori sistemi di videosorveglianza o incentivare l’installazione da parte dei privati li accoglieremmo molto volentieri”.

Ad Asti conclude Bona ci sono 107 videocamere di sicurezza, ma ribadisco che loro, essendo al governo, possono indire nuovi bandi. L’ultimo è stato fatto dal precedente governo, con Salvini ministro dell’Interno”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium