/ Cronaca

Cronaca | 10 luglio 2020, 17:44

Antignano, rinvenuto il corpo senza vita del ventinovenne disperso nel Tanaro

L'uomo, un immigrato nigeriano, non era più riemerso dopo un tuffo nelle acque del fiume, che in quella tratta peraltro non è balneabile

Antignano, rinvenuto il corpo senza vita del ventinovenne disperso nel Tanaro

AGGIORNAMENTO DELLE 20.30

Poco fa i sommozzatori dei vigili del fuoco hanno rinvenuto - sul fondo del fiume, grossomodo nell'area in cui era stato avvistato l'ultima volta dagli amici che si trovavano con lui - il corpo senza vita del ventinovenne nigeriano di cui si erano perse le tracce nel pomeriggio, dopo un tuffo nel fiume Tanaro all'interno dell'area del parco delle Rocche. Il giovane immigrato è deceduto per annegamento.

ARTICOLO DELLE 17.44

Carabinieri, personale sanitario del 118 (sul posto anche l’elisoccorso) e vigili del fuoco sono impegnati, in questi minuti, presso il parco delle Rocche di Antignano, nelle ricerche di un immigrato nigeriano ventinovenne, che risulta disperso nelle acque del Tanaro.

Da una prima ricostruzione dell'accaduto pare che il giovane immigrato si trovasse nel parco insieme ad alcuni amici dopo un tuffo nelle acque del fiume non sia più riemerso. Conseguentemente, gli amici che si trovavano con lui hanno lanciato l'allarme.

"Quello è un parco in cui andare esclusivamente a camminare - ha brevemente commentato Alessandro Civardi, sindaco di Antignano da noi contattato telefonicamente - infatti lungo tutto il percorso del fiume ci sono cartelli di divieto di balneazione che invitano a stare a debita distanza. Come tutti i fiumi, può diventare molto pericoloso"

Non appena possibile, vi forniremo ulteriori dettagli in merito alla vicenda.

Gabriele Massaro

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium