/ Cronaca

Cronaca | 25 luglio 2020, 11:10

Asti: in manette il ladro seriale di dehor. È un pregiudicato astigiano 54enne. In casa aveva anche sette piante di marijuana

Colto in flagranza mentre stava rubando lastre in cemento, ha cercato di fuggire a bordo di un furgone, ferendo un poliziotto. Trovata la refurtiva, tra cui ben 27 panche di legno

Asti: in manette il ladro seriale di dehor. È un pregiudicato astigiano 54enne. In casa aveva anche sette piante di marijuana

Ha fatto molto discutere la serie di furti di ombrelloni ai danni di diverse attività del territorio, subito dopo la fine del lockdown.

A essere colpiti sono stati Gina la Piadina, ristorante Francese, ma anche Pompa Magna e caffè Carducci.

Ieri mattina all'alba la Squadra Mobile della Questura di Asti, guidata da Marco Primavera, ha individuato il responsabile dei furti, poco dopo l'ennesimo, in flagranza.

Il ladro è stato arrestato a seguito di una impegnativa attività di ricerca, dopo una serie di approfondimenti supportati da servizi di videosorveglianza.

54 anni, astigiano pregiudicato

L'uomo, 54 anni astigiano, noto pregiudicato con precedenti, avrebbe compiuto almeno cinque furti. Colto in flagranza al bar Paradise di corso Casale, il pregiudicato ha cercato di scappare a bordo di un furgone, trascinando per 500 metri un poliziotto, a cui sono stati dati sette giorni di prognosi. Avendo opposto resistenza, l'uomo è stato denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale.

Il ladro è stato poi fermato in località Valgera.

Aveva anche arnesi da scasso e 7 piante di marijuana

Durante le perquisizioni di rito in casa e nelle pertinenze, è stato rinvenuto diverso materiale rubato, tra cui quattro ombrelloni, lastre di appoggio, illuminazione, sedute da esterni e ben 27 panche di legno. Inoltre, sono stati rinvenuti anche arnesi da scasso e sette piante di marijuana. 

Le indagini sono state coordinate dall'ispettore Preziosa Clausino

"L'attività è iniziata un mese fa. L'uomo era stato individuato tramite le telecamere. Lo abbiamo fermato mentre portava via lastre di cemento", spiega il vicario Vittoria Rissone.

Si attende la convalida dell'arresto. Ancora da capire dove e come l'uomo riuscisse a piazzare tutto questo materiale.

L'uomo, che dovrà rispondere di furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e possesso di sostanze stupefacenti e arnesi da scasso, è stato condotto in carcere a Quarto.

In chiusura, Francesco Gigante, responsabile delle Volanti, ha dichiarato: "Grande collaborazione tra le Volanti e la Squadra Mobile".

Betty Martinelli - Elisabetta Testa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium