/ Attualità

Attualità | 05 agosto 2020, 12:09

A Montechiaro l'ultimo saluto a "Carletto" Carlo Morra decano degli alpini

Lascia la moglie Carla, Tiziana, la figlia e la nipote Giulia. Il cordoglio dei suoi compaesani

A Montechiaro l'ultimo saluto a "Carletto" Carlo Morra decano degli alpini

Ieri a Montechiaro,l'ultimo saluto a Carlo Morra (Carletto), classe 1936,  decano degli alpini montechiaresi , socio fondatore del ricompattamento del gruppo alpini di Montechiaro sez. di Asti il 23 gennaio del 2018.

"Quando viene a mancare un'alpino - scrivono i compaesani- si usa dire che è andato avanti, non per chiudere un percorso, ma per continuare in una nuova dimensione immaginando un paradiso, don Paolo Prunotto, che ha officiato le esequie nella chiesa parrocchiale di s. Caterina, ha detto è ritornato alla Casa del Padre, dopo una vita dedicata al lavoro ed alla famiglia ed in special modo della figlia Tiziana per la laurea e la  prestigiosa dirigenza conseguita a livello statale..

Carlo, faceva parte dello zoccolo duro del gruppo alpini, che, nel 2018, hanno organizzato anche l'85° anniversario di fondazione del gruppo.

Per l'ultimo saluto in chiesa c'erano i veri amici alpini con i gagliardetti delle varie sezioni quali:  Aramengo, Camerano, Chiusano, Cunico, Val Barrera oltre a Montechiaro, la poesia dell'alpino è stata letta da Sandro Gavello di Camerano.

Lascia la moglie  Carla, la figlia Tiziana e la nipote Giulia.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium