/ Il Punto di Beppe Gandolfo

In Breve

lunedì 19 ottobre
lunedì 12 ottobre
lunedì 05 ottobre
lunedì 28 settembre
lunedì 21 settembre
lunedì 14 settembre
lunedì 31 agosto
lunedì 24 agosto
lunedì 17 agosto
lunedì 10 agosto

Il Punto di Beppe Gandolfo | 07 settembre 2020, 07:00

Andiamo a vivere fuori città

Andiamo a vivere fuori città

L’ anagrafe di Lanzo ha ricevuto negli ultimi mesi oltre 100 richieste per nuovi residenti. 90 a Oulx, in Valle di Susa. Il piccolo paesino di Ceres una quindicina. A Mattie i residenti sono passati da 670 a 1300. Potremmo continuare e citare tanti altri piccoli comuni del Cuneese e dell’ Astigiano. 

E’ l’ effetto del lockdown causa Covid. Coppie di anziani o intere famiglie che – dopo mesi reclusi nei propri piccoli appartamenti in città – hanno deciso di stabilirsi in campagna o in montagna, Qualcuno sfruttando la seconda casa, altri invece con un vero e proprio investimento e relativo trasloco. E’ evidente che in molti casi si tratta di un escamotage.  Chi ha la residenza fuori città, se dovesse tornare la quarantena potrà andare a viverla in realtà più a misura d’ uomo e meno costrittiva che non un minialloggio, magari pure senza balcone. 

Intanto però tante valli di montagna o di collina vengono ripopolate e alcuni Sindaci evidenziano anche come vi sia un interesse per aprire esercizi commerciali nelle zone montane. Un trend nuovo, molto positivo: a fronte di 100 Comuni montani piemontesi che non hanno più nemmeno un negozio o un bar. E’ ovvio che ciò comporta anche un lavoro e un impegno da parte di tutti per dotare queste comunità di rete telefonica, internet, strade, trasporti.

Con lo smart working e il lavoro agile non è più necessario abitare in città o vicino all’ ufficio. E, quindi, volete mettere affacciarsi al balcone ed essere immersi nel verde e nella natura? Non fare code per un certificato o per fare la spesa? Se però poi devo dannarmi perché la linea telefonica fa i capricci o la rete non sempre è accessibile, se mancano i collegamenti e le strade non vengono curate.. tutto diventa più difficile. L’ emergenza Covid ci sta obbligando anche a cambiamenti sociali di ampia rilevanza. Siamo preparati?

Beppe Gandolfo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium