/ Cronaca

Cronaca | 14 settembre 2020, 12:57

Recuperato dalla Polizia un anello rubato ad una sessantaquattrenne affetta da seri problemi di salute

La donna, avvicinata da un uomo a lei conosciuto, era stata derubata nella giornata di giovedì. L'anello è stato recuperato in un "compro oro" del centro

Recuperato dalla Polizia un anello rubato ad una sessantaquattrenne affetta da seri problemi di salute

Una brillante attività d’indagine svolta dal personale della Squadra Volanti ha consentito di identificare il presunto responsabile del furto di un anello in oro con brillante, denunciato a piede libero per furto aggravato, e contestualmente restituire il prezioso alla sua legittima proprietaria, una donna 64enne affetta da seri problemi di salute.

Il furto era avvenuto giovedì scorso, quando la donna è stata avvicinata da un conoscente nei pressi di un supermercato di corso Torino. Dopo averla aiutata a portare a casa le borse della spesa, l’uomo è riuscito a conquistare ulteriormente la sua fiducia, fermandosi a pranzo. Successivamente, stando alla ricostruzione dell’episodio fatta dagli inquirenti, la donna si è sfilata l’anello riponendolo in un comodino. Da dove l’uomo, approfittando di un momento di distrazione della proprietaria del prezioso, del valore di circa 2.000 euro, lo avrebbe sottratto.

Il giorno successivo, quando il ‘buon samaritano’ è tornato a casa della donna, vi ha trovato anche il figlio di quest’ultima, che gli ha chiesto conto della sparizione del prezioso, chiamando contestualmente il 112 per richiedere l’intervento della Polizia di Stato.

Giunti sul posto, gli agenti della Volante hanno identificato l’uomo appurando trattarsi di un 53enne astigiano, gravato da numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. I poliziotti, operando sulla base delle dichiarazioni rese dalla vittima del furto e dal figlio, sono riusciti a risalire al percorso dell’anello, che era stato ceduto a un negozio di “compro oro” di corso Dante presso cui è stato posto sotto sequestro.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium