/ Cronaca

Cronaca | 21 settembre 2020, 16:05

Asti, individuati e denunciati dalla Polizia due “scippatori seriali”

Sono un 20enne e un 17enne, entrambi gravati da numerosi precedenti, ritenuti autori di vari episodi

Asti, individuati e denunciati dalla Polizia due “scippatori seriali”

Nel tardo pomeriggio di giovedì scorso, durante il servizio di controllo del territorio, l’attenzione degli operatori di una Volante della Questura di Asti è stata attirata da una Fiat Panda grigia, con a bordo due giovani. Gli operatori hanno proceduto al controllo dei due soggetti in quanto l’autoveicolo risultava compatibile per targa, modello e colore, a quello utilizzato per la fuga, dall’autore di un furto con strappo di una catenina d’oro ai danni di un uomo di 55 anni, avvenuto il giorno precedente in prossimità del parco Biberach.

La vittima dello scippo, aveva contattato il numero unico di emergenza 112 ed era riuscito a fornire agli agenti della Volante una descrizione, sia pure sommaria, del ladro e della macchina (compreso un parziale della targa) a bordo della quale lo stesso si era allontanato in compagnia di altri soggetti.

GLI SCIPPI PRECEDENTI

Quell’episodio era stato peraltro preceduto, sempre nella stessa zona, da fatti analoghi. In particolare, domenica 13 settembre, una signora di 87 anni era stata violentemente derubata da un giovane che, dopo averla spintonata, le aveva asportato la borsa. La stessa anziana donna, dopo qualche giorno, era stata nuovamente vittima del furto della collana d’oro che indossava. Ed in sede di denuncia aveva specificato che il responsabile era la stessa persona che pochi giorni prima si era impossessato della sua borsa, fornendo una descrizione piuttosto precisa del malvivente.

Infine, nel pomeriggio di giovedì 18 settembre, circa un’ora prima del controllo da parte dei poliziotti della Squadra Volante, un uomo aveva contattato la Sala Operativa della Questura poiché dal balcone di casa sua aveva assistito al furto con strappo ai danni di un’altra anziana donna da parte di un giovane e aveva fornito agli agenti intervenuti alcuni dettagli sulla fisionomia del ladro e sugli indumenti che indossava, del tutto coincidente con la descrizione fornita dalla precedente vittima.

L'IDENTIFICAZIONE E LA DENUNCIA

Di conseguenza, giovedì pomeriggio sono immediatamente scattate le ricerche degli “scippatori seriali” da parte degli agenti delle Volanti, che sono riusciti ad intercettare la Fiat Panda mentre transitava in via Conte Verde. Identificando i due giovani che si trovavano a bordo: un 17enne e un 20enne, entrambi astigiani con a carico precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, le cui caratteristiche risultavano compatibili con le descrizioni fornite dalle vittime.

L’auto è stata, di conseguenza, sottoposta a perquisizione e a bordo della stessa sono stati rinvenuti, nel portabagagli, indumenti coincidenti con quelli descritti dalle vittime: un pantalone di una tuta nero, un cappellino da baseball grigio e nero con una vistosa scritta, ed una mascherina protettiva nera. A seguito del controllo, i due sono stati accompagnati presso gli uffici della Questura per le conseguenti procedure di identificazione e fotosegnalamento.

I poliziotti, con l’ausilio dei colleghi del Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica, hanno invitato le vittime ed i testimoni dei furti – ai quali è stato sottoposto in visione un album fotografico, ai fini dell’individuazione di soggetti con fisionomie analoghe a quelle dei due scippatori – ed entrambi i ragazzi fermati sono stati riconosciuti con certezza.

Conseguentemente, a seguito del riconoscimento e in considerazione dei numerosi indizi di colpevolezza a loro carico, la magistratura, su richiesta del dirigente dell’Ufficio cui fanno capo le Volanti, ha autorizzato le perquisizioni domiciliari presso le abitazioni dei due. Che hanno portato gli agenti a rinvenire e porre sotto sequestro, nell’abitazione del 20enne, un tirapugni ed un caricatore di pistola.

I due giovani autori di furti, pertanto, sono stati denunciati per i reati di furto con strappo aggravato e rapina. Sono in corso ulteriori indagini per individuazione di altri eventuali complici.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium