/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 26 settembre 2020, 13:30

Arte e natura protagoniste al Museo Civico di Moncalvo

Parte il corso per volontari del Museo e, venerdì 2 ottobre, arriva il Symposium con l’artista Carlo Mazzetti e tanti esperti

Arte e natura protagoniste al Museo Civico di Moncalvo

Autunno all’insegna dell’arte a Moncalvo, dove il Museo Civico ha in programma diverse iniziative che caratterizzano il periodo precedente la Fiera del tartufo cittadina.

In questi giorni ha infatti inizio un nuovo corso per volontari del Museo Civico articolato in sei lezioni che tratteranno i seguenti temi: cosa si intende per Polo culturale e museale: un'idea innovativa e a servizio del territorio e in particolare il Museo civico di Moncalvo, l'arte moderna il novecento italiano e la collezione Montanari, l'arte giapponese e la collezione Montanari, accogliere i visitatori stranieri con un breve compendio della storia di Moncalvo dall'anno mille al XVIII secolo e le tecniche pittoriche: come distinguerle e come apprezzarle.

Symposium

Venerdì prossimo 2 ottobre riprendono anche gli appuntamenti presso il Museo Civico con un “Symposium” con inizio alle 17.30 dedicato al tema “Le Metamorfosi – Natura e Umanità” e previsto come finissage dell’esposizione che portato proprio il titolo di “Metamorfosi” e vede protagoniste le opere dell’artista Carlo Mazzetti, originario di di Saluggia, visitabili fino a domenica 4 ottobre nelle sale situate al piano superiore del Museo Civico.

In tale occasione il critico d’arte Giuliana Romano Bussola proporrà una visita guidata preliminare alla mostra fornendo spunti utili di discussione per il symposio che ha come fulcro di dibattito la “natura a 360 gradi” senza cadere in facili demagogie e con un discorso scevro da ideologie. Tema assai attuale che si sintetizza nel motto “Ricominciare dalla natura per riscoprire l''uomo”. Sono in programma gli interventi di: Andrea Giroldo, assessore alla Cultura di Moncalvo (intervento sul tema “Uomo custode del creato”). Lucilla Peyrot, pastora delle chiese metodiste (“L’anima del Mondo”), Marcello Mazzola, avvocato esperto di legislazione ambientale (“Diritto all’Ambiente, un diritto di tutti”), Emanuele Lingua, docente universitario di Scienze Forestali e Ambientali (“La natura matrigna”), Maria Rosa Pantè, poetessa (“la natura del seme e la creazione dell’orto”), Giuliana Romano Bussola, esperta e critica d’arte (“I quadri della mostra, spunto di riflessione”).

A moderare l’incontro, al quale presenzierà anche l’artista Mazzetti, sarà Maria Rita Mottola, presidente dell’Associazione A.L.E.R.A.MO. Onlus. Si prega tutti gli interessati di confermare la propria presenza ai seguenti contatti: info@aleramoonlus.it, tel. 351 9493084.

Carlo Mazzetti

L’artista Carlo Mazzetti, dopo anni di lavoro nell’azienda agricola di famiglia, ha deciso di riprendere gli studi seguendo la sua grande passione per il disegno. Conseguita quindi la maturità artistica, si è poi laureato in architettura al Politecnico di Torino, dedicandosi successivamente all’insegnamento del disegno negli Istituti Superiori.

Attualmente, nel proprio studio di Saluggia, si dedica con passione a varie espressioni artistiche prediligendo la pittura e la scultura in bronzo. Da tempo frequenta lo studio dell’artista torinese Ezio Gribaudo con il quale realizza lavori pittorici e scultorei a quattro mani. Ha, al suo attivo, partecipazioni a rassegne artistiche internazionali, mostre di pittura personali e collettive.

Mazzetti nasce e cresce nella campagna vercellese e si nutre di essa, dei suoi paesaggi e della sua essenza contadina. I visitatori possono accedere al Museo Civico ogni sabato e domenica, dalle 10 alle 18, (o anche in settimana previa prenotazione e per gruppi) ammirando la mostra ed anche la Collezione permanente del Museo Civico, corrispondendo il contributo di € 5 cad, esclusi i bambini sino ai 10 anni i quali potranno accedere gratuitamente.

Per ogni altro aggiornamento è possibile visitare le pagine facebook del Museo Civico e di Aleramo Onlus oppure contattare il numero telefonico 351 9493084.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium