/ Attualità

Attualità | 29 settembre 2020, 14:42

Precisazioni dell’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero in merito alle misure anti Covid per chi proviene dalla Francia

Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa dell’Ente che fa chiarezza sull’iter da seguire in questo specifico frangente

Precisazioni dell’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero in merito alle misure anti Covid per chi proviene dalla Francia

L’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero ha inviato, venerdì 25 settembre scorso, una comunicazione agli operatori turistici del territorio, informando strutture ricettive, locazioni e tour operator incoming in merito all’ordinanza del ministero della Salute relativa al rafforzamento delle misure di prevenzione per le persone provenienti dalla Francia.

L’Ente Turismo consiglia a tutti gli operatori del settore turistico di informare le persone provenienti dalla Francia, che hanno prenotato o prenoteranno il soggiorno in struttura, riguardo la necessità di effettuare il tampone prima della partenza e di avere a disposizione il referto durante tutto il soggiorno in Italia, non solo nel reciproco interesse, ma a tutela della salute della popolazione.

Nello specifico, l’Ente Turismo chiarisce che:

1) I visitatori che provengono o che transitano dalla Francia devono avere il referto negativo del tampone fatto nelle 72 ore precedenti l’arrivo. La norma è relativa solo ad alcune Regioni, ma include le aree di confine con l’Italia. Quindi, tutti i visitatori che provengono in auto giungono da aree ritenute a rischio.

2) Il visitatore sprovvisto di referto negativo deve immediatamente rivolgersi al Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’ASL competente sul territorio dove si trova la struttura ricettiva in cui pernotta, per poter svolgere il test. In questo caso, il visitatore deve rimanere isolato in camera senza mai uscire se non per l’esecuzione del tampone e fino al recapito del referto che ne certifica la negatività al COVID 19. Inoltre se il risultato dovesse essere positivo, l’ASL prescriverà la quarantena e i successivi tamponi di verifica, prevedendo l’isolamento del turista in camera per almeno due settimane.

3) Il gestore della struttura non ha alcun obbligo di segnalazione né di verifica della documentazione prevista dalla norma. Tutti gli obblighi sono a carico dell’ospite.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium