/ Attualità

Attualità | 17 novembre 2020, 07:26

"Canelli non ha detto sì alla ciclabile al posto del treno". Le precisazioni di Insieme per Canelli

"Dire si al treno non significa dire no alla ciclabile: chi crea queste false alternative non vuole portarci lontano.

"Canelli non ha detto sì alla ciclabile al posto del treno". Le precisazioni di Insieme per Canelli

Riceviamo e pubblichiamo le considerazioni del Gruppo "Insieme per Canelli" su ferrovia e pista ciclabile.

Da un po’ di tempo si sta provando a mettere in alternativa iista ciclabile e ferrovia sulla linea Alba-Nizza, con tanto di tifosi per l’una o l’altra squadra. Ma stanno proprio così le cose o è un trucco che prova a distorcere la realtà?
La Regione Piemonte ha avviato un importantissimo progetto per la realizzazione della pista ciclabile “Unesco Monferrato Astigiano”, un percorso di 173 km che andrà ad attraversare 41 Comuni tra le province di Cuneo, Asti ed Alessandria.
Il primo tratto già in fase esecutiva, e quindi prossimo alla realizzazione, sarà proprio quello tra Canelli e Nizza.
Questo è il progetto importante, che potrebbe ancora accrescere il già considerevole valore turistico delle nostre zone.

Però non ci stiamo a farci ingannare.
Se abbiamo una pista ciclabile di tale importanza e prospettiva, perchè ne dobbiamo fare un'altra che si affiancherebbe alla prima per una quarantina di chilometri?
L'inganno di questa politica sta proprio nel nasconderci questo passaggio e, all'improvviso, deviare la nostra attenzione sul treno.
Torniamo con i piedi per terra e sveliamo il gioco delle tre carte che ci stanno propinando.

Puntiamo al futuro, in un’epoca in cui il resto d’Europa e del Mondo punta e si appresta a finanziare la sostenibilità ambientale ed economica:

Realizziamo la pista ciclabile che è già progettata, senza perdere tempo, lunga quattro volte tanto e molto più coinvolgente ed ambiziosa.

Teniamoci la linea ferroviaria. Oggi per i Treni storici (una grande occasione di sviluppo turistico, che non valorizziamo mai abbastanza), domani per possibili e innovativi collegamenti su rotaia che sono in fase di sperimentazione e che, senza binari, non si potranno mai realizzare.

Dire si al treno non significa dire no alla ciclabile: chi crea queste false alternative non vuole portarci lontano.

Insieme per Canelli

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium