/ Attualità

Attualità | 21 novembre 2020, 13:56

Celebrazione della Virgo Fidelis: i Carabinieri astigiani ricordano le vittime del Covid

A Incisa Scapaccino un commosso ricordo di Mario D'Orfeo, comandante della Stazione di Villanova, deceduto ad aprile, vittima del virus

Mario D'Orfeo

Mario D'Orfeo

Celebrata oggi a mezzogiorno, al Santuario di Incisa Scapaccino, la Virgo Fidelis, Patrona dell’Arma dei Carabinieri.

Le misure connesse al contenimento della pandemia quest’anno hanno imposto di celebrare la giornata,  secondo rigidi protocolli di sicurezza per cui ha potuto prendere parte solo una ristretta rappresentanza dell’Istituzione.

"Ciò non di meno - spiegano dall'Arma - la ricorrenza, che celebra anche la Giornata dell’Orfano, è l’occasione ancor più sentita per ricordare le vittime della pandemia e la sofferenza che ancora affligge migliaia di famiglie.

Un pensiero commosso è andato al Luogotenente C.S. Mario D’Orfeo, Comandante della Stazione Carabinieri di Villanova d’Asti deceduto ad aprile durante la prima ondata del contagio, e ai suoi familiari a cui l’Arma si stringe.

Oggi, dopo 71 anni, il Santuario di Incisa di Scapaccino, unico santuario dedicato alla Virgo Fidelis in ambito nazionale, ha ospitato la celebrazione promossa dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Asti e presieduta da Don Bruno Mollicone, Cappellano militare per la Regione Piemonte e Valle d’Aosta, alla presenza del Comandante Interregionale Pastrengo, Generale di Corpo d’Armata Claudio Vincelli e del Comandante della Legione Carabinieri Piemonte e Valle d’Aosta Gen. B. Aldo Iacobelli.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium