/ Politica

Politica | 11 febbraio 2021, 19:10

Cerruti: "Rasero chiede adesso collaborazione. Questa è una provocazione"

Dura nota stampa del capogruppo M5S di Asti, dopo le ultime dichiarazioni del sindaco

Cerruti: "Rasero chiede adesso collaborazione. Questa è una provocazione"

Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa a firma del capogruppo del Movimento 5 Stelle di Asti, Massimo Cerruti, sulle ultime dichiarazioni del sindaco Maurizio Rasero.

Il sindaco si è paragonato a Draghi (e già questo basterebbe…).

Poi dall'alto di non so quale cattedra o sapienza si é messo pure a dare i voti alle varie forze politiche, tutti bocciati tranne un 10 e lode a Renzi (e anche questo basterebbe…).

Infine, il "professore", nello stesso giorno ha indetto una riunione chiedendo la collaborazione alle stesse forze politiche da lui appena denigrate.

Tra l'altro pure su un tema, quello del Recovery, in cui il Comune è in grave ritardo, sul quale purtroppo Asti sembra ormai aver perso il treno e per tale motivo ha pure ricevuto giustamente la bacchettata sulle dita dal presidente della Provincia.

Non sappiamo se lo faccia apposta, ma questa pare una vera provocazione, un ambiguo doppio gioco, un disperato tentativo mediatico di salvarsi la faccia.

Se Asti perderà l’occasione di ricevere le risorse e realizzare opere importanti come ad esempio il recupero dei casermoni vuoti, un polo tecnologico, infrastrutture, turismo, logistica sarà infatti solo perché non vi sono progetti cantierabili approntati in tempo da amministrazioni locali tutte del medesimo colore che ora si rimpallano la responsabilità.

A maggior ragione è una provocazione se questa richiesta di collaborazione arriva ora (in grave ritardo) proprio da chi mai in passato ha preso in considerazione proposte e da mesi manco risponde ad una semplice interpellanza.

La disponibilità e le proposte da parte nostra e degli altri gruppi di minoranza non sono mai mancate. Solo per citarne qualcuna del M5S: “Vuoto a Rendere”, “Safe School”, “Primo Soccorso”, “Ampliamento Ztl”, “Baratto Amministrativo”, “Risparmio Alimentare”, “Piano Urbano del Traffico”, “Piste Ciclabili”, Emendamenti al Bilancio, ma anche cose più immediate come ripristini di marciapiedi, segnaletica, cancelli.

Il sindaco le conosce bene in quanto ha provveduto ad affossarle regolarmente tutte nelle commissioni o bocciarle in Consiglio. Tutto respinto, nonostante fossero utili per i cittadini, per il solo gusto di non darci la soddisfazione.

Anche sulla ripartenza della città post-covid annunciò una “cabina di regia” con le opposizioni, elaborammo dodici consistenti proposte ma non vi fu manco il tempo di trasmetterle perché dopo tre giorni si rimangiò tutto con un comunicato stampa col quale annunciava di aver già deciso tutto con la sua maggioranza.

Se anche stavolta non si riuscirà ad andare d’accordo i sabotatori non staranno certo nei banchi di opposizione.

Massimo Cerruti

Al direttore

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium