/ Cronaca

Cronaca | 08 aprile 2021, 17:35

Asti: assolti tutti i 25 imputati per i matrimoni di interesse organizzati tra italiane e marocchini

L'organizzazione era stata scoperta dalla Questura di Asti, con l'operazione "Colomba Bianca". Dieci le unioni civili celebrate, con il solo scopo di fare ottenere i permessi di soggiorno agli extracomunitari

Asti: assolti tutti i 25 imputati per i matrimoni di interesse organizzati tra italiane e marocchini

Tutti assolti i 25 imputati del processo che ha fatto seguito all'operazione "Colomba Bianca", condotta negli anni passati dagli agenti dell'ufficio della Questura di Asti. 

Gli imputati erano stati accusati di aver preso parte, con modalità e ruoli diversi, al sistema criminale che aveva organizzato dieci matrimoni di interesse ad Asti tra donne italiane e stranieri, con lo scopo di fare ottenere i permessi di soggiorno ai cittadini extracomunitari.

Alla guida di questa organizzazione ci sarebbero stati i due fratelli astigiani Riccardo e Paolo Valente, accusati insieme ad altri di associazione a delinquere e anche loro assolti. 

Gli imputati contattavano donne italiane, a cui venivano proposti fino a 5mila euro per dire sì per finta. Parallelamente, cercavano extracomunitari (per lo più marocchini), disposti a pagare somme di denaro elevate pur di ottenere il permesso di soggiorno in Italia.

Una volta presi i soldi dagli extracomunitari, i vertici dell'organizzazione provvedevano a falsificare eventuali documenti.

La sentenza è stata pronunciata ieri mattina. Il gip Federico Belli ha disposto l'assoluzione per tutti – contrariamente a quanto richiesto dal pm Vincenzo Paone - con la formula del non luogo a procedere in quanto “il fatto non sussiste” per le coppie di sposi, assistite dagli avvocati Gianluca Bona, Patrizia Gambino, Andrea Furlanetto e Filippo Testa.

Le motivazioni delle assoluzioni, però, verranno rese note solo fra novanta giorni, il tempo necessario per depositare la sentenza.

Elisabetta Testa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium