/ Eventi

Eventi | 15 aprile 2021, 15:17

Egea, l'azienda sostiene l'Edizione 2021 di "Keep Clean and Run" dedicata a pace e liberazione

La Sottosegretaria al Ministero della Transizione Ecologica Fontana: "Questi eventi ci raccontano come il 'fare' sia l'esempio migliore da dare alle nuove generazioni"

egea run

Egea

Egea, l'azienda multiservizi con sede ad Alba, da sempre attenta alle tematiche ecosostenibili e ambientali, sostiene L’Edizione 2021 di “Keep Clean and Run” che quest’anno sarà dedicata alla pace e alla Liberazione.


La corsa di Roberto Cavallo, nata nel 2015 per sensibilizzare contro l’abbandono dei rifiuti, parte il prossimo 23 aprile da Montignoso e, in 7 tappe e 416 km totali, raggiunge Rimini con un viaggio attraverso l’Appennino lungo la linea Gotica nei giorni del settantaseiesimo Anniversario della Liberazione. Una corsa per sensibilizzare e ricordare, ma anche un racconto dell’oggi e dello stato di salute del nostro Territorio, con azioni concrete per contribuire a ridurre la presenza di rifiuti lungo i sentieri e le strade e, novità dell’edizione 2021, monitorare la qualità dell’aria lungo i 416 km percorsi, grazie allo strumento Flow 2, uno speciale device che permette di monitorare la qualità dell’aria che respiriamo sia in luoghi aperti che chiusi.


I runner, l’eco-atleta Roberto Cavallo e il suo coach Roberto Menicucci, entrambi albesi, partiranno venerdì 23 aprile da Montignoso in Toscana, attraverseranno Pescaglia, Pievepelago, Abetone Cutigliano, Alto Reno Terme, Marzabotto, Borgo San Lorenzo, Bagno di Romagna, per arrivare giovedì 29 aprile in Emilia-Romagna a Rimini.

Come ricorda Roberto Cavallo, protagonista del KCR: “Abbiamo deciso di proseguire l’impegno dello scorso anno, ovvero correre abbinando il messaggio ecologico a quello della pace. Raccogliere un rifiuto gettato a terra è un gesto rivoluzionario, perché ci obbliga a tenere la testa dalla parte giusta, a superare l’indifferenza e a fare i conti con la sospensione del giudizio. Raccogliere un rifiuto a terra significa salvare un altro essere vivente, significa creare le condizioni per un clima di pace: una nuova liberazione”.

La Sottosegretaria al Ministero della Transizione Ecologica, Onorevole Ilaria Fontana, ha sottolineato nella conferenza di presentazione, l’importanza di azioni locali a valenza nazionale e di piccoli gesti per testimoniare un nuovo modo di gestire le tematiche ambientali: “Con l’Accordo di Programma stipulato nel 2018 tra l’allora Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e AICA, è stata definita l’attività di monitoraggio e di controllo. Eventi come il Keep Clean and Run ci raccontano come il “fare” sia l’esempio migliore da dare alle nuove generazioni, sono esempi di cittadinanza attiva. L’unico modo per contrastare tale fenomeno è fare rete e in questo le istituzioni devono collaborare con i cittadini e farsi promotori delle iniziative che possono sensibilizzare il grande pubblico sul tema ambientale”.

Comunicato Stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium