/ Attualità

Attualità | 11 settembre 2021, 18:44

La Pastorale Giovanile torna in presenza. "Vivere dal vivo”, nonostante il Covid

Al Palco 19 grande entusiasmo per il ritorno della festa dopo quasi due anni di stop

La Pastorale Giovanile torna in presenza. "Vivere dal vivo”, nonostante il Covid (immagini Merfephoto)

La Pastorale Giovanile torna in presenza. "Vivere dal vivo”, nonostante il Covid (immagini Merfephoto)

La Pastorale ha festeggiato al Palco 19 il suo atteso ritorno, dopo quasi due anni di stop. Ed è tornata finalmente in presenza. Il nome dell’evento non è stato scelto a caso: “Vivere dal vivo”, proprio per sottolineare il ritorno allo stare insieme, pur nel rispetto di tutte le regole anti Covid.

Simbolo di ripartenza

La festa, dedicata ai giovani di tutta la diocesi, si è svolta ieri sera, dalle ore 21, in via Ospedale, con una serata-gioco rivolta a tutti i ragazzi di tutte le parrocchie con testimonianze, divertimento, tanta musica e preghiera finale con il vescovo Marco Prastaro.

La serata, patrocinata dal Comune di Asti e sponsorizzata dalla Banca di Asti, “vuole essere un momento interattivo e coinvolgente per riaccendere, in particolare nei giovani così colpiti dagli effetti della pandemia, l’energia, l’entusiasmo e la voglia di spendersi per gli altri nelle con particolare riferimento agli oratori e le comunità”, come ha spiegato don Rodrigo Limeira, responsabile della Pastorale Giovanile.

Tantissimi i personaggi presenti

Ricchissimo il parterre degli ospiti: don Alberto Ravagnani, sacerdote di 27 anni della diocesi di Milano, insegnante di religione e molto attivo sui social (i suoi video che parlano di fede hanno un linguaggio semplice che piace molto ai giovani), Alessandro Gallo voce e chitarrista dei Reale, una delle più popolari band di rock cristiano del nostro Paese, Andrea Cerrato, musicista e cantautore astigiano, Marco Maccarelli, cantante del Laboratorio del Suono e Consacrato presso la Fraternità della Speranza del Sermig, Mauro Tabasso, principale artefice della fondazione dell'Orchestra e del Coro dell'Arsenale della Pace di Torino e del Laboratorio del Suono Ensemble del Sermig e il tenore nato a Castell’Alfero ma conosciuto in tutto il mondo Enrico Iviglia.

La serata sarà condotta e presentata da Gigi Cotichella, teologo, artista, autore e creativo, e Lorenzo Giaretto, dell'oratorio di San Pietro.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium