/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 14 settembre 2021, 18:15

Domenica a Villanova il "Piccolo festival della poesia, dei libri e dei prodotti tipici"

Intervista all'organizzatore Max Ponte, poeta e attivista culturale, impegnato con la Pro Loco nella promozione di Villanova e dell'Astigiano

Max Ponte (foto Facebook)

Max Ponte (foto Facebook)

Il "Piccolo festival della poesia, dei libri e dei prodotti tipici" partirà domenica 19 a Villanova D'Asti, in piazza Supponito, con una ricca programmazione tutta dedicata alla poesia, alle case editrici, ai prodotti e alla cultura locale.

Vari gli ospiti, anche da fuori regione. I momenti centrali alle 17 e alle 21 con la cena teatrale alle 21.

L'organizzatore, Max Ponte, poeta e attivista culturale, impegnato con la Pro-Loco nella promozione di Villanova e dell'Astigiano. 

Perché un festival come questo?

La produzione culturale è fondamentale per riscattare questo territorio dalla sua condizione periferica. Lo merita Villanova D'Asti e lo merita l'Astigiano che ha tutte le carte in regola per ricavarsi il suo spazio in ambito culturale e turistico, entrando nei percorsi più importanti. La pandemia ci ha ricordato che abbiamo bisogno di bellezza e di aggregazione. E che non sono condizioni secondarie ma fondamentali, per ridestare gli animi, dare nuovo impulso all'economia, aumentare le occasioni e migliorare la "qualità della vita". Quello che forse è mancato in questi anni è stato l'entusiasmo e lo dobbiamo ritrovare assolutamente nel nostro operato a favore della collettività. Poetare infatti significa, etimologicamente, fare o produrre qualcosa di armonioso, non starsene sulle nuvole ad aspettare che capiti qualcosa.

Che cosa possiamo trovare in questo festival?

Il festival parte dalla poesia contemporanea - in italiano e in piemontese - per diventare un "contenitore" culturale aperto alla promozione delle lande in cui viviamo. Troverete quindi non solo poesia ma musica, teatro, libri, prodotti tipici (miele, vino, ortaggi), associazioni attive sul territorio. Si tratta, essendo la prima edizione, di un esperimento coraggioso, messo in atto grazie alla determinazione mia e di Maria Anna Butera, presidente della Pro Loco - premiata quest'anno da Faro sull'Astesana - e grazie alla collaborazione del Comune di Villanova.

Dove si svolgerà? I luoghi sono importati 

Si terrà in centro al paese, in piazza Supponito. Eravamo in sospeso fra piazza del Mercato e piazza Supponito, ma poi per varie esigenze la scelta è andata su piazza Supponito. Saremo in prossimità della torre civica simbolo di Villanova, vorrei ricordare che in questa piazza si è esibito nel 1992 il grande Paolo Conte. 

In caso di pioggia cosa succederà?

Saremo attrezzati, non preoccupatevi! Nella stessa piazza sarà posizionata un'ampia tensostruttura che potrà accogliere i presenti in caso di pioggia e permettere lo svolgimento degli spettacoli. Anche le bancarelle avranno un gazebo e il Comune, nella persona del Sindaco Christian Giordano che ringrazio, ha dato la disponibilità a dislocare eventualmente gli espositori nel bellissimo Palazzo Richetta. Sarà un'esperienza importante per Villanova e per i presenti. Quindi non vi resta che tenervi liberi e venirci a trovare anche protetti nel tragitto dal vostro ombrello se necessario - a Londra non farebbero una piega -, l'ingresso è gratuito, è richiesta la certificazione verde per l'ingresso da via Tommaso Villa.

Sono molti gli ospiti presenti, anche da fuori regione.

Vorrei ringraziare tutti coloro che saranno presenti, un atto di fiducia nei confronti degli organizzatori. Mi ha fatto sorridere sentire alcuni amici poeti ed editori dire "andiamo a Villanova!" senza sapere neanche l'ubicazione precisa del nostro paese. Questo significa che anche per i centri più piccoli come il nostro - sospeso nella campagna fra l'astigiano e il torinese - c'è speranza, bisogna crederci.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium