/ Cronaca

Cronaca | 14 ottobre 2021, 12:32

Il neo comandante del Reparto Operativo dei carabinieri: "Qui ad Asti mi sento a casa"

Il tenente colonnello Vittorio Balbo, nativo del casalese, conosce molto bene il nostro territorio per averlo frequentato fin da ragazzo

Il neo comandante del Reparto Operativo tenente colonnello Vittorio Balbo (a destra) ritratto con il comandante provinciale Pierantonio Breda

Il neo comandante del Reparto Operativo tenente colonnello Vittorio Balbo (a destra) ritratto con il comandante provinciale Pierantonio Breda

“Per me essere qui ad Asti è una sorta di ritorno a casa. Ci venivo con mia nonna e poi con i miei genitori. Tant’è che quando ho saputo dell’assegnazione al Comando di Asti sono subito venuto qui con mia moglie, mi ci sento a casa

Così si è presentato, nel corso di una conferenza stampa di presentazione presso il Comando Provinciale dell’Arma, il tenente colonnello Vittorio Balbo, neo comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri.

L’ufficiale cinquantenne, nativo del casalese (“Mia madre era di Serralunga di Crea e mio padre di Cereseto”), è entrato nell’Arma relativamente ‘tardi’. Dopo aver conseguito la laurea in Giurisprudenza, è stato ufficiale di complemento e da lì ha iniziato la sua carriera nell’Arma: “Fare il carabiniere non era nei miei desideri da ragazzo, per quanto l’Arma mi affascinasse perché mio padre e mio nonno erano stati ufficiali di complemento. Ma l’Arma mi ha dato la possibilità di svolgere, negli anni, attività investigative che mi piacciono moltissimo”.

Il tenente colonnello Balbo può vantare una vastissima conoscenza del territorio piemontese, poiché ha prestato servizio prima al Comando di Vercelli e poi al Nucleo Investigativo di Novara dove, ha ricordato, si è occupato di criminalità organizzata russa dedita ai furti in abitazioni. “Per me e i miei collaboratori – ha affermatol’aspetto più appagante di quelle indagini era la riconsegna della refurtiva recuperata. Un giorno abbiamo riconsegnato l’anello di fidanzamento a un’anziana signora che è scoppiata a piangere di gioia. Il nostro compito è di stare il più possibile vicino alla popolazione”.

L’ultimo incarico prima di approdare ad Asti lo ha visto alla guida del N.O.E. (Nucleo Operativo Ecologico) di Torino – incarico nel quale gli è subentrato il maggiore Maurizio Hoffmann, reduce dall’esperienza astigiana proprio alla guida del Reparto Operativo – che gli ha pertanto consentito di maturare ulteriore esperienza anche in merito ai reati di natura ambientale che, come ha ricordato il comandante provinciale Pierantonio Breda: E’ un asset strategico sia per il Paese che per questa specifica zona”. “Sono certo – ha aggiunto il comandante provinciale – che la sua vasta esperienza potenzierà la nostra capacità di interlocuzione con gli altri reparti”.

LA VISITA IN PREFETTURA

In mattinata, il neo comandante del Reparto Operativo, accompagnato dal comandante provinciale Pierantonio Breda, è stato anche ricevuto dal prefetto di Asti, Alfonso Terribile, che gli ha dato il benvenuto ad Asti formulandogli gli auguri di buon lavoro

Gabriele Massaro

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium