/ Attualità

Attualità | 29 novembre 2021, 20:21

Dopo due anni in videoconferenza, gli alpini astigiani si sono ritrovati ‘in presenza’

Domenica l’Aula magna dell’Università di Asti ha ospitato la riunione dei Capigruppo della Sezione ANA di Asti

Un momento dell'intervento del sindaco Maurizio Rasero

Un momento dell'intervento del sindaco Maurizio Rasero

Dopo due anni passati forzatamente a confrontarsi in video-conferenza, finalmente domenica un centinaio di alpini della sezione ANA di Asti si sono ritrovati in presenza, nel piazzale antistante il polo universitario cittadino. L’Aula magna di Astiss ha infatti ospitato la riunione dei Capigruppo della Sezione di Asti, che pre pandemia si svolgeva nel salone della Provincia.

Il presidente provinciale Fabrizio Pighin ha voluto riunire i “suoi” Alpini sui banchi dei giovani professionisti del domani. Una riunione ricca di spunti e iniziative che ha riscaldato i cuori dei presenti. Snocciolati brevemente i punti all’orine del giorno (consuntivo tesseramento 2021 e apertura tesseramento 2022, Calendario Manifestazione nazionali e sezionali 2022), l’annuncio del Sindaco Alpino Maurizio Rasero che tra i contributi che il Comune ha voluto elargire ad Enti ed Associazioni ci sono anche 5.000 euro per l’incessante attività delle Penne Nere durane il periodo pandemico.

Si è poi passati a parlare del Centenario della Sezione con la messa a punto di un programma ponderato e pensato con l’apposita Commissione proprio per non scontrarsi con la situazione del momento. Pronti per ora il Calendario e la Lotteria, il cui ricavato della vendita servirà per l’acquisto di un pulmino attrezzato per i ragazzi dell’Anfass.

Il prossimo anno sarà intenso: serate a tema con giornalisti, addetti ai lavori, collaborazione con le truppe Alpine per l’allestimento di Palestre di roccia e pista da sci. Sfilate, serate a tema e incontri conviviali che coinvolgeranno tutti i Comitati Palio di Asti e Provincia.

Ma non è finita. Nando Del Raso spiega come la Sezione di Asti voglia impegnarsi in prima persona sui Militari Italiani Internati: un’iniziativa ambiziosa che può solo portare lustro alle iniziative del centenario e che merita il patrocinio del Centro Studi dell’ANA di Asti.

Un ultimo impegno attende le Penne Nere: i fiori in ricordo degli Alpini “Andati Avanti” davanti al Monumento Sezionale posto all’ingresso della Casa degli Alpini.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium