/ Scuola

Scuola | 23 dicembre 2021, 17:10

Al Cpia tornano, campioni, due ex allievi: Oliha Etinosa e Hassan Nourdine (FOTOGALLERY)

Una giornata particolare quella di ieri per il Cpia. Ad accogliere le stelle della boxe la loro ex prof di italiano, Piera Medico

Al Cpia tornano, campioni, due ex allievi: Oliha Etinosa e Hassan Nourdine (FOTOGALLERY)

Una giornata particolare al CPIA.

Al CPIA "E. Guglielminetti" di Asti la scuola statale del Ministero dell'Istruzione che si occupa di istruzione degli adulti sul territorio della provincia di Asti, tornano due ex allievi, ora stelle del pugilato, a testimoniare motivazione e impegno.

I due pugili astigiani Oliha Etinosa e Hassan Nourdine, che entrambi hanno conquistato il titolo di Campioni Italiani si sono recati alla sede di piazza Leonardo da Vinci per un incontro con le classi. 

Tornare nella scuola dove si è stati tra i banchi con la cintura del titolo italiano di    Boxe, a distanza di qualche anno Etinosa e a distanza di quasi 15 anni Hassan, è emozionante, ma motivante soprattutto per gli studenti che siedono in quei banchi ora.

È un incontro con il passato, che in qualche modo li ha accompagnati almeno con il pensiero e la stima. Ad accoglierli, ieri, Piera Medico, la loro professoressa di un tempo di italiano, che ha organizzato per loro un giro nelle classi dei serali, delle medie e dei percorsi di Italiano.

Gli studenti, stupiti e onorati della visita dei due pugili, hanno iniziato a porre domande. Hassan con più parlantina, dice di sé: ”Parlo molto, ma in fondo sono timido”, Etinosa osserva e dice parole essenziali, racconta come la boxe e la scuola siano state entrambe importanti nel suo percorso di vita.

Nelle classi raccontano la propria esperienza sportiva, Etinosa parla del suo primo incontro con la boxe all'evento Sport in Piazza: “Da lì è iniziato tutto, ho provato a boxare il sacco e mi hanno detto di passare in palestra. Non mi sono più fermato.”

Etinosa è appena tornato da Las Vegas, dove si sta allenando, l’obiettivo è gareggiare per il titolo europeo dopo aver conquistato il titolo italiano di pesi medi.

Ai ragazzi raccontano le differenze di struttura fisica tra loro e le diverse categorie in cui combattono: Etinosa nella categoria dei pesi medi, con 72,5 kg e Hassan in quella dei pesi superpiuma, con 58,9 kg.

Hassan racconta anche che ha collaborato con il giornalismo nel commentare i match di boxe e che ha preso il patentino come tecnico, mentre Etinosa parla dei prossimi appuntamenti tra allenamenti ed incontri.

Hassan di origine marocchina, Etinosa nigeriana, ma la presentazione a ogni classe inizia con: “Siamo due ragazzi astigiani”, di fronte alla platea multiculturale che sono gli studenti del CPIA. Le curiosità degli studenti sono molte, dall’alimentazione, agli allenamenti, a come mantenere il peso richiesto dalla categoria, a cosa si può mangiare prima di un match, o alle domande più tecniche sugli ultimi incontri dei due pugili.

Inevitabile parlare dell’incontro in cui Hassan ha conquistato il titolo italiano, il match contro il pugile con tatuaggi neonazisti Michele Broili, in cui Hassan è riuscito a vincere e prevalere senza perdere la concentrazione e non lasciandosi offendere. L’incontro ha suscitato grande scalpore, Hassan ci racconta che è venuta pure una televisione spagnola a intervistarlo direttamente ad Asti. Ci dice che è stato naturale indignarsi, ma che ha affrontato l’incontro con la professionalità che lo contraddistingue.

Alla domanda se trovassero così diverso il CPIA da quando lo frequentavano, la risposta è "Sì", ma per due atleti che si migliorano continuamente è inevitabile un cambiamento in positivo.

Un breve ricordo dell’esame di terza media di Etinosa è la promessa che la professoressa si era fatta fare: “Cittadinanza e titolo italiano”, che Etinosa ha mantenuto. Hassan e Etinosa sono un vero esempio di perseveranza, perché hanno saputo non solo mantenere gli impegni, ma hanno aggiunto alla promessa fatta una carriera ricca di valori, personalità e umiltà.

Un bell’esempio per gli studenti del CPIA che studiano e lavorano, un bell’esempio di astigianità, ecco il modo in cui la città di Asti dimostra loro affetto e supporto.

Pochi istanti dopo la visita, iniziano a uscire alcune foto sui social: 

“Stasera due nostri ex-studenti e talenti del pugilato, ambedue campioni italiani, Hassan Nourdine e Oliha Etinosa, ci hanno fatto un grandissimo regalo, venendo a scuola per augurarci buone feste e parlare con i nostri allievi. Hanno raccontato la loro vita tra i nostri banchi e la loro esperienza da atleti professionisti. Hanno coinvolto in modo attivo le classi, che entusiaste hanno espresso la loro curiosità, chiedendo della loro carriera, degli allenamenti, dei loro recenti incontri e volendo fissare questo momento scattando delle foto, per ricordare a se stessi che è sempre possibile aspirare al meglio, ottenere il tanto ambito diploma e raggiungere i propri traguardi, vivendo della propria passione, seguendo così l’esempio dei due pugili.”

E ancora: "Abbiamo tifato per loro molte volte, gli auguri di buone feste e la loro testimonianza nelle classi del CPIA rende questa fine dell’anno davvero speciale."

È semplicemente un arrivederci, nella speranza di incontrarsi di nuovo e confrontarsi su tematiche sociali, sullo sport, sulla scuola e l’inclusione.

Entrambi appartenenti alla Skull Boxe Canavesana, che ha come slogan “Un passo indietro mai”, hanno trasmesso questo motto agli studenti in ottica di impegno per il futuro, orgoglio e caparbietà.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium