/ Sanità

Sanità | 27 maggio 2022, 11:35

Da oggi è di nuovo attivo il posto di polizia al pronto soccorso. Firmato il Protocollo d'intesa

Sarà comunque garantita la presenza di una guardia giurata all'ingresso. Il questore Salvo: "Una scelta al di là dei fatti di cronaca". Boraso: "Importante trovare il giusto equilibrio tra sicurezza e lavoro sanitario"

Da oggi è di nuovo attivo il posto di polizia al pronto soccorso. Firmato il Protocollo d'intesa

È stato firmato questa mattina il Protocollo d'intesa tra la Questura e l'Asl di Asti, per la riattivazione del posto fisso di polizia al pronto soccorso.

La firma tra il questore Sebastiano Salvo e il direttore generale dell'Asl, Flavio Boraso.

Da oggi presterà servizio un ufficiale di polizia giudiziaria dalle 8 alle 14, dal lunedì al sabato. L'ufficio era attivo fino all'inizio della pandemia Covid. Era stato sospeso temporaneamente per lasciare spazio alle nuove esigenze sanitarie. 

Il titolare del posto di polizia è il vice ispettore Massimo Piazzo.

Così il questore: "Ripristiniamo oggi un servizio non scontato, che era garantito fino all'inizio della pandemia e lo facciamo al di là dei fatti di cronaca accaduti. Si tratta di un'attività di profilo qualificato, con la presenza di un nostro ufficiale di polizia giudiziaria, che ha come mission quella dei referti. Ovviamente, come conseguenza, c’è l’innalzamento di sicurezza". 

La presenza di una 'divisa' è fondamentale anche per la questione violenza di genere e codice rosso.

Si valuta, inoltre, la possibilità di collaborare con la polizia locale, per coprire l'intero quadrante orario 8-20. Il tema era stato anticipato dal questore nel corso di un'intervista, disponibile QUI.

"Abbiamo trovato una grande disponibilità e attenzione da parte della Questura - annota il direttore generale Boraso -  e abbiamo ritenuto utile questa presenza anche nella logica di collaborazione tra realtà del territorio, in cui crediamo molto. Era importante trovare il giusto equilibrio tra sicurezza e lavoro sanitario. Non possiamo militarizzare le nostre strutture ovviamente: quella di Asti ha dei chiaroscuri, ma dobbiamo continuare a fare sanità con tranquillità e da professionisti".

Oltre al posto fisso di polizia, sarà comunque garantita anche la presenza di una guardia giurata all'ingresso del pronto soccorso.

Un po' di numeri

"In pronto soccorso i passaggi giornalieri sono molti - aggiunge la direttrice sanitaria Tiziana Ferraris - con una media di 160-170. L'altro giorno abbiamo toccato il picco, con 180 passaggi in 24 ore".

E, a proposito di flussi, sono numerosi anche i referti dal profilo penale che quotidianamente vengono trasmessi.

"Mediatamente - conclude la dottoressa Daniela Campasso, dirigente della Divisione Anticrimine - sono almeno 6 al giorno".

Elisabetta Testa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium