/ Sport

Sport | 22 luglio 2022, 11:15

Calcio Serie D: intervista a Bruno Scavino, consigliere e main sponsor dell'Asti

"Il mio sogno è andare in Serie C con tanti astigiani in squadra o comunque con ragazzi che tengano in maniera particolare alla maglia che indossano"

Calcio Serie D: intervista a Bruno Scavino, consigliere e main sponsor dell'Asti

Dopo una prima stagione di radicamento in categoria, l'Asti vuole continuare a ritagliarsi uno spazio sempre più importante all'interno del girone A del campionato di Serie D.

Tra mercato e numerose novità a livello dirigenziale, il consigliere e main sponsor Bruno Scavino ha disegnato i primi contorni della nuova stagione biancorossa.



Scavino. Tante operazioni sono state portate a compimento.

"Sì, ma con raziocinio ed equilibrio. Andare ad ingaggiare determinati giocatori in questo momento della stagione implica costi sproporzionati. I migliori "pezzi" viaggiano su richieste senza senso. Da parte nostra porteremo ancora avanti la nostra filosofia, valorizzando i giovani del nostro settore giovanile e inserendo in rosa tanti ragazzi promettenti. Dall'Alessandria abbiamo riportato a casa due 2004 interessantissimi come Licco e Virelli, ingaggiando un centrocampista forte come Carta e confermando i senatori Virdis e Venneri. Ci spiace aver perso Taddei, ma il ragazzo necessitava di avvicinarsi a casa. A completare gli ingaggi anche il promettente attaccante sardo Cannas, il difensore scuola Genoa Scala e un prospetto che farà parlare di sè come il centrale Sow".



Il salto in Serie D impone a volte scelte difficili. L'anno scorso avete dimostrato tempi di reazione sempre adatti.

"Se il riferimento è alla staffetta tra Montanarelli e Boschetto devo dire di sì. E' stata una scelta dolorosa. Ora siamo pronti a questa nuova partenza con Boschetto, la preparazione inizierà il 25 di luglio. Da parte mia continuerò a garantire la serenità economica del club, strutturando la società e coltivando l'astiginità. Il mio sogno è andare in Serie C con tanti astigiani in squadra o comunque con ragazzi che tengano in maniera particolare alla maglia che indossano".




Anche per le strutture la situazione è in piena evoluzione.

"Sul campo 1 stiamo completando il nuovo impianto di irrigazione. A tal proposito ci tengo a ringraziare il vicesindaco Morra per il grande supporto e l'amministraziome comunale per il sostegno costante che ci garantiscono. Anche solo l'arrivo delle autobotti ha rappresentato un aiuto importante e concreto. Sul campo 2 abbiamo ricevuto la visita da Roma per il collaudo del terreno in erba sintetica. Pensavamo di iniziare lì gli allenamento, invece partiremo dal Fregoli. Un processo di restyling ha coinvolto gli uffici della società, l'accoglienza allo stadio e l'intera struttura, in più ci stiamo muovendo con forza all'interno del nostro vivaio, con allenatori di alto profilo.
Avere 2-3 2006 presto in Prima Squadra è l'obiettivo, con un settore giovanile che vede le quote rimanere al proprio interno. La Prima Squadra la sosteniamo noi, ora è fondamentale che il nostro vivaio produca i suoi frutti".

Lorenzo Tortarolo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium